Completato anche lo sbarco dalla Humanity 1 a Catania, la ong: “Riprenderemo il mare”

Completato anche lo sbarco dalla Humanity 1 a Catania, la ong: “Riprenderemo il mare”
di Agenzia DIRE

PALERMO - Dopo Geo Barents, nave di Msf dalla quale ieri sera sono scesi tutti i migranti che in un primo momento erano stati fermati a bordo, al porto di Catania si è sbloccato anche lo stallo delle 35 persone sulla Humanity 1 alle quali era stato vietato lo sbarco. Il via libera alla ong Sos Humanity è arrivato nella tarda serata di martedì.SOS HUMANITY: "SOLLIEVO PER LA SOLUZIONE DELLA VICENDA""Siamo sollevati dal fatto che le persone possano scendere a terra e che a tutti coloro che sono stati salvati da un'emergenza in mare sia stato finalmente assegnato un posto sicuro, come richiesto dalla legge - dice Till Rummenhohl, capo delle operazioni di Sos Humanity -. Con lo sbarco di tutte le persone abbiamo potuto portare a termine la nostra seconda operazione di soccorso. Siamo tuttavia sconvolti dalla palese violazione della legge e dei diritti umani da parte delle autorità italiane. Allo stesso tempo, siamo grati e fiduciosi grazie alla straordinaria solidarietà che abbiamo vissuto in giro per il mondo in questi giorni, dal Canada all'Australia, e soprattutto qui in Italia dal popolo italiano".SOS HUMANITY: "DI NUOVO IN MARE IL PRIMA POSSIBILE"La ong tedesca annuncia comunque che intende riprendere il mare "il prima possibile" per nuove operazioni di ricerca e salvataggio dei migranti. "Non importa quale sia la situazione politica in Italia o nell'Ue in questo momento, le persone stanno fuggendo dalla Libia perché lì vengono maltrattate e non hanno altra scelta che intraprendere il viaggio pericoloso per la vita attraverso il Mediterraneo", aggiunge Rummenhohl.