Catania, non sopporta la convivenza con la compagna ed evade dai domiciliari

Catania, non sopporta la convivenza con la compagna ed evade dai domiciliari
di Agenzia DIRE

PALERMO - Non sopportava più la convivenza con la compagna e così ha lasciato l'abitazione in cui era stato posto agli arresti domiciliari e si è rivolto alla caserma dei carabinieri. Protagonista un catanese di 35 anni, che ha abbandonato la sua abitazione portando con sé il braccialetto elettronico e si è recato alla stazione dei carabinieri Nesima, dove ha chiesto di potere parlare con il Comandante. L'uomo era ai domiciliari per via di alcuni precedenti reati contro il patrimonio e confidandosi con il comandante dei carabinieri ha esternato il suo malessere per la burrascosa e forzata convivenza con la compagna: da qui la volontaria evasione dai domiciliari. A quel punto la magistratura, informata dell'accaduto, ha disposto il trasferimento della detenzione presso l'abitazione della madre che è stata disponibile ad accogliere il figlio.