Catania: guardania terreni abusiva, cinque indagati

di Adnkronos

Catania, 21 mag. (Adnkronos) - I carabinieri di Santa Maria di Licodia, nel catanese,su delega della Procura etnea, hanno notificato un avviso di conclusione indagini, e contestuale informazione di garanzia, a cinque persone accusate di esercitare abusivamente l'attività di guardania di terreni e di immobili. L'indagine era stata avviata dall'individuazione, da parte di militari dell'Arma, di segni di vernice spray di colore rosso, verde e blu davanti ai cancelli di alcune proprietà. Dalle dichiarazioni rese da oltre 50 proprietari e'' stato emerso che costituivano dei segni distintivi, collegati alla vigilanza privata non autorizzata pagata con una retta annua di circa 50 a ettaro di terreno, come compenso per la guardiania ricevuta. I diversi colori utilizzati, invece, identificavano il soggetto che si occupava della guardiania. Numerosi proprietari terrieri hanno inoltre segnalato di aver subito, nel corso del tempo, diversi danneggiamenti alle proprietà'.

Gli accertamenti sugli indagati hanno fatto emergere anche che due di lor, nel 2020 e 2021, hanno percepito indebitamente il Reddito di cittadinanza per oltre 15.000 euro. Un terzo e'risultato titolare di pensione di invalidità contributiva per ridotta capacita' lavorativa, percependo 32.000 circa dal 2018 al 2021. L'Inps ha revocato i benefici percepiti, evitando cosi' che l'Erario continuasse ad elargire ai soggetti denunciati ulteriori consistenti somme non dovute, e avviando le necessarie procedure di restituzione di quanto illecitamente percepito.