Anziani picchiati e umiliati in una casa di riposo a Catania, arrestata la direttrice

Anziani picchiati e umiliati in una casa di riposo a Catania, arrestata la direttrice
di Agenzia DIRE

PALERMO - Anziani e disabili ospiti picchiati e maltrattati. È quanto accadeva all'interno di una struttura sociosanitaria di un comune dell'hinterland di Catania, dove la polizia ha arrestato la direttrice della struttura. La donna, 60enne, è finita ai domiciliari. L'indagine, condotta dalla squadra mobile con il coordinamento di un pool di magistrati della Procura di Catania, è nata dalla denuncia di un familiare che aveva scoperto i maltrattamenti subiti da un parente ricoverato nella struttura e al quale era stata diagnosticata in ospedale una frattura vertebrale.Secondo la Procura di Catania la direttrice, oltre ad avere maltrattato la vittima finita in ospedale, avrebbe fatto altrettanto nei confronti di altri anziani ricoverati nella struttura. Gli ospiti della casa di cura avrebbero subito anche schiaffi, spintoni e altre violenze fisiche. Chi osava disubbidire alle regole veniva punito con il divieto di pranzare o gli veniva imposto di restare a letto senza colazione. Le telecamere nascoste piazzate dagli investigatori hanno registrato le violenze: tra tutti gli episodi, gli inquirenti citano quello di una donna ospite della struttura che ha subito insulti da parte della direttrice che versandole dell'acqua sulla testa le urlava: "Tu sei nata maleducata, tu dici che sei signora, ma non sei stata mai signora tu...Mai.". E ancora: "Io ne ho viste femmine maleducate, ma non come a te...c'è il Signore che ci pensa, magari ci pensasse il Signore! Io maleducate ne ho viste, ma non come a te... hai tutte le forme di un animale tu... tutte precise, hai tutte le forme di un animale".