Tiscali.it
SEGUICI

A Palermo confronto e scambio di esperienze tra 4 Sistemi museali di Ateneo

di Italpress   
A Palermo confronto e scambio di esperienze tra 4 Sistemi museali di Ateneo

PALERMO (ITALPRESS) - Una giornata di confronto e scambio tra quattro sistemi museali di Ateneo: Palermo, Catania, Firenze e Pavia hanno da un lato messo al centro i rispettivi patrimoni e presentato le esperienze dei singoli territori, dall'altro aperto una riflessione comune (che ha coinvolto pure gli studenti presenti) sul ruolo dei sistemi museali nel presente e nel futuro. L'appuntamento, dal titolo 'Sistemi museali. Stato dell'arte e prospettive future', è stato promosso dall'Università di Palermo nell'ambito del convegno di primavera del sistema museale di ateneo ed è stato tenuto al Museo di Geologia Gemmellaro. Per l'Università tale evento è fondamentale per promuovere la centralità dei sistemi museali nel percorso della Terza missione: "Ogni ateneo possiede un patrimonio museale vastissimo, che gli permette di aprirsi sempre di più al pubblico - sottolinea Michelangelo Gruttadauria, presidente del sistema museale dell'Ateneo di Palermo, - I sistemi museali sono un valore aggiunto per l'Università e, nel nostro caso, un punto focale della Terza missione, che ha visto le sue attività crescere tantissimo negli ultimi dieci anni: ciononostante, i luoghi in cui svolgere attività museale sono ancora troppo pochi".

Secondo Alessandro Incarbona, direttore del Museo Gemmellaro, la messa a sistema dei musei è fondamentale perché ognuno di essi costituisce "un contenitore fondamentale a livello accademico: per l'occasione abbiamo scelto di coinvolgere le realtà di Palermo, Catania, Pavia e Firenze mettendone a confronto i sistemi. L'appuntamento di oggi conferma come l'Università abbia sempre avuto grande sensibilità nei confronti dei musei". Altro obiettivo del convegno di primavera, spiega il presidente dell'Associazione nazionale musei scientifici (Anms) Fausto Barbagli, è "dare un'idea chiara sull'organizzazione dei musei sul territorio italiano: il patrimonio nazionale, soprattutto per i musei scientifici universitari, è molto sottovalutato. La Sicilia è una regione con una grande tradizione naturalistica e museale, in un sistema museale nazionale particolarmente eterogeneo". - foto xd8 Italpress - (ITALPRESS). xd8/vbo/red 13-Giu-24 12:19 .

di Italpress   
I più recenti
Catania, salvati 15 rottweiler tenuti senza acqua, aria e luce
Catania, salvati 15 rottweiler tenuti senza acqua, aria e luce
Cittadini Bene apertura casa di cura Santa Chiara a Partinico
Cittadini Bene apertura casa di cura Santa Chiara a Partinico
Giornalisti, Roberto Ginex eletto presidente Inpgi
Giornalisti, Roberto Ginex eletto presidente Inpgi
Calabrò Relazione Milano-Palermo fondamentale per il Mediterraneo
Calabrò Relazione Milano-Palermo fondamentale per il Mediterraneo
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...