Sardegna, con la nuova ordinanza via libera a lidi e alberghi

Sardegna, con la nuova ordinanza via libera a lidi e alberghi
di Italpress

CAGLIARI (ITALPRESS) - Il presidente della Regione Sardegna Christian Solinas ha emesso nella tarda serata di ieri una nuova ordinanza per la fase 2 dell'emergenza coronavirus. Nell'ordinanza, di 17 articoli, si spiega che "sull'intero territorio regionale è obbligatorio l'uso delle mascherine in tutti i locali aperti al pubblico" e che "l'obbligo vige anche nei luoghi all'aperto laddove non sia possibile mantenere il distanziamento di almeno un metro". Vengono meno tutte le misure che limitavano la circolazione all'interno del territorio regionale. "Tutti i soggetti in arrivo in Sardegna, a prescindere dai luoghi di provenienza - si legge ancora nell'ordinanza -, a partire dal 18 maggio 2020 hanno l'obbligo di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario per 14 giorni, con contestuale divieto di circolazione sull'intero territorio regionale, fatti salvi i casi esplicitamente previsti in deroga da norme statali o regionali". Inoltre "fermo restando il divieto di assembramento e il rispetto del distanziamento personale, in conformità alle linee guida per la riapertura delle attività economiche e produttive approvate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome" il 16 maggio scorso, a partire da oggi possono aprire diverse attività, tra cui "il commercio al dettaglio in sede fissa, commercio su aree pubbliche (mercati, posteggi fuori mercato e chioschi) agenzie di servizi (a titolo di esempio, agenzie di viaggio e agenzie immobiliari); servizi di somministrazione di alimenti e bevande ed attività, anche artigianali, che prevedono l'asporto e il consumo sul posto (a titolo esemplificativo bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie); attività turistiche relative alla balneazione; strutture ricettive alberghiere, strutture ricettive all'aria aperta, alloggi in agriturismo". (ITALPRESS). sat/red 18-Mag-20 09:26