Programmazione territoriale,Solinas"Nuova fase investimenti in Sardegna"

Programmazione territoriale,Solinas'Nuova fase investimenti in Sardegna'
di Italpress

CAGLIARI (ITALPRESS) - "Una chiamata all'azione per tutte le comunità che vogliono accelerare e rilanciare le azioni individuate nella programmazione territoriale". Così il Presidente della Regione Christian Solinas commenta la pubblicazione dell'avviso per la presentazione di manifestazioni di interesse per l'ottimizzazione del percorso di programmazione territoriale. "Vogliamo utilizzare le risorse disponibili in maniera efficiente, dice il Presidente Solinas, superando eventuali criticità e liberando le idee laddove i percorsi si fossero fermati. È questo lo spirito di una nuova fase di accelerazione del percorso della Programmazione Territoriale, che soprattutto in questo momento storico rappresenta un'occasione di rilancio economico e sociale per i territori, anche per affrontare al meglio la fase di ripresa post-covid". In attuazione della Strategia 3.3.3 del Programma Regionale di Sviluppo 2020-2024, l'avviso infatti rafforza l'approccio territoriale integrato, rilanciando la co-progettazione negoziale con i territori come metodo per la definizione delle politiche di sviluppo locale in Sardegna". "La Regione, sottolinea il Presidente, mediante risorse, programmi e misure di carattere ordinario e straordinario, è impegnata a dare corso a tutte quelle iniziative che possono sostenere il tessuto economico sardo e accompagnare i territori verso la ripresa. Partendo dalle esperienze già finanziate nell'ambito della Programmazione Territoriale, dice l'assessore al Bilancio Giuseppe Fasolino, l'obiettivo è ora quello di riattivare la progettualità dei territori, stimolando il coinvolgimento "dal basso" delle comunità, anche in vista delle importanti risorse che saranno in campo nei prossimi mesi nell'ambito del settennio di programmazione 2021-2027. Il percorso di ottimizzazione mira quindi a favorire il potenziamento delle strategie territoriali dei progetti della programmazione territoriale attualmente in corso, da un lato affiancando i territori in cui si evidenziano maggiori ritardi o criticità di attuazione degli interventi già finanziati, nell'ottica di trovare soluzioni che possano accelerare la spesa delle risorse evitando che nessuno sia lasciato indietro; dall'altro, favorendo lo sviluppo di strategie di ottimizzazione e completamento dei progetti territoriali in fase più avanzata, incentivando le esperienze virtuose e favorendo la diffusione di buone pratiche". L'avviso prevede "la presentazione di una manifestazione di interesse da parte dei Soggetti Attuatori dei Progetti di sviluppo territoriale approvati ed in fase attuativa che intendano attivare un percorso di ottimizzazione della programmazione a livello locale, attraverso: la rimodulazione del progetto di sviluppo territoriale, la proposta di modifica degli interventi risultati critici nella fase attuativa, l'approvazione di atti aggiuntivi per la valorizzazione e il completamento del progetto territoriale in corso. Ogni ambito territoriale può presentare un'unica proposta progettuale. Le domande possono essere presentate dal 2 dicembre e sino al 28 febbraio 2022, secondo un meccanismo a sportello che garantisce a ciascun territorio di partecipare secondo i propri tempi. E' inoltre prevista una seconda finestra di presentazione a settembre". (ITALPRESS). mgg/com 03-Dic-21 16:43