Migranti: Zoffilli, 'fermare arrivi in Sardegna'

di Adnkronos

Roma, 23 lug. (Adnkronos) - "È di ieri la notizia dell'ennesimo sbarco di immigrati clandestini sulle coste sarde, ancora una volta un gommone partito dall'Algeria con a bordo diciannove immigrati che cercavano di raggiungere illegalmente le coste dell’isola è stato intercettato da una motovedetta della Guardia di Finanza. Si tratta dell’ennesimo sbarco illegale registrato nel Sulcis che dall'inizio dell’anno, in poco più di sei mesi, fa salire ormai già a 500 il numero degli immigrati che sono giunti irregolarmente in Sardegna, confermando un trend tristemente più significativo rispetto agli 890 arrivi complessivi del 2019. Occorre urgentemente che il governo intervenga assicurando più risorse, uomini e mezzi alle nostre Forze dell'Ordine che giorno e notte lavorano a ritmo serrato per garantire la sicurezza dell'isola e la miglior gestione dei centri di identificazione dove, basti il caso di Monastir, non sono purtroppo rari i tentativi di fuga e i momenti di tensione". Lo afferma Eugenio Zoffili, deputato e coordinatore regionale Lega Sardegna, presidente del Comitato parlamentare di controllo sull'attuazione dell'accordo di Schengen, di vigilanza sull'attività di Europol e di controllo e vigilanza in materia di immigrazione. "Per questo motivo -aggiunge- ho depositato una nuova interrogazione parlamentare al ministro dell'Interno Lamorgese e contestualmente ai ministri Di Maio e Speranza affinché anche sotto il profilo della salute pubblica e delle relazioni internazionali siano adottate tutte le misure necessarie, tra cui mi auguro una dura protesta nei confronti delle autorità algerine che devono prevenire le partenze fantasma lungo una rotta ormai ben nota grazie al lavoro dei nostri straordinari inquirenti".