Scuola: costituzionalista Marini, 'su misure Dad auspicabile intervento legislatore nazionale' (2)

di Adnkronos

(Adnkronos) - In questo quadro Marini analizza le scelte del Governatore della Puglia: "nella prima ordinanza Emiliano interveniva sul Dpcm sulla Dad (che imponeva fosse garantito almeno il 50% mentre Emiliano parlava di 'fino al 50%'); adesso in questa ultima ordinanza lascia libere le famiglie. Si tratta comunque di una misura derogatoria rispetto alla disciplina statale, ma, se si prescinde dalla problematica delle competenze, penso sia una scelta ragionevole soprattutto in vista delle varianti e dell'incremento dei contagi: lasciare spazi alle libertà individuali è equilibrato e rappresenta un intelligente sintesi del diritto alla salute e di quello all'istruzione". Quindi il costituzionalista interviene anche sulle rivendicazioni del Comitato nazionale Dad per tutti al diritto di scelta delle famiglie: "E' una impostazione che condivido - afferma - Lo stesso argomento andrebbe posto anche all'università dove, similmente, andrebbe lasciata agli studenti la scelta sul tipo di didattica. C'è, comunque, alla base una valutazione di merito che non può che essere rimessa agli organi politici: ad essi spetta il compito di realizzare quella difficile sintesi tra contrasto della pandemia, libertà di salute e diritto all’istruzione. E in questa prospettiva, la soluzione elaborata dal Governatore della Puglia, pur "non essendo una soluzione costituzionalmente imposta e pur ponendo problemi di competenza rispetto alla disciplina statale, rappresenta uno stimolo intelligente che va nella giusta direzione, su cui può e, a mio avviso, sarebbe opportuno intervenisse il legislatore nazionale". (di Roberta Lanzara)