Torino: Gasparri scrive a Mattarella, 'inquietante no legittimo impedimento a Salvini' (2)

di Adnkronos

(Adnkronos) - "Nella mia veste di presidente della Giunta delle Elezioni e delle Immunità parlamentari -spiega Gasparri- ho scritto una lettera al Presidente della Repubblica anche come Presidente del Csm, per sottoporre alla sua attenzione la vicenda relativa a prerogative dei parlamentari. Da organi di stampa ho infatti appreso che il giudice Roberto Ruscello, nell'ambito di un procedimento penale a carico del senatore Salvini per il reato di vilipendio all'ordine giudiziario, avrebbe respinto l'istanza di legittimo impedimento per impegni parlamentari avanzata dai suoi legali, con riferimento ad un'udienza a Torino prevista per lo scorso 18 gennaio". "Le motivazioni del provvedimento negativo sarebbero consistite nel fatto che solo il giorno successivo si sarebbe svolta in Senato la discussione e la votazione sulle comunicazioni del presidente del Consiglio dei ministri, mentre il 18 gennaio il dibattito si sarebbe svolto solo alla Camera. In questi casi la Corte costituzionale ha sempre invitato la magistratura ad un ragionevole bilanciamento degli interessi. Non può, quindi, non apparire inquietante il fatto che l'autorità giudiziaria, in un momento delicato come quello che stiamo vivendo, abbia ritenuto che un senatore, segretario del maggior partito italiano secondo i sondaggi e leader della coalizione che nelle ultime votazioni ha raggiunto il maggior numero di consensi, il 18 gennaio fosse del tutto libero da impegni istituzionali". (segue)