Tiscali.it
SEGUICI

Intesa Sanpaolo e Confapi Cuneo siglano accordo per sostenere le Pmi

di Italpress   
Intesa Sanpaolo e Confapi Cuneo siglano accordo per sostenere le Pmi

CUNEO (ITALPRESS) - Intesa Sanpaolo e Confapi Cuneo, consapevoli dell'importanza che la piccola e media industria privata riveste nel panorama economico del territorio, hanno siglato un accordo di collaborazione volto a valorizzare il potenziale delle imprese associate e supportarle ad affrontare l'attuale contesto economico. Il protocollo sottoscritto da Andrea Perusin, Direttore Regionale Piemonte Sud e Liguria di Intesa Sanpaolo, e da Massimo Albertengo, Presidente dell'associazione di categoria che rappresenta la Confederazione delle Piccole e Medie Industrie Private di Cuneo, rafforza gli accordi sottoscritti nell'agosto del 2020, nel pieno della situazione emergenziale provocata dall'epidemia da Covid 19. Punti centrali dell'accordo: finanziamenti innovativi per accelerare la transizione sostenibile e la digitalizzazione, iniziative per favorire l'accesso ai fondi del PNRR, sostegno alle imprese che affrontano il rincaro dei costi delle materie prime e dell'energia e che investono sull'autonomia energetica. I contenuti delle nuove intese saranno presentati alle imprese associate in un webinar in programma il prossimo 23 marzo. Punti centrali del nuovo protocollo sono l'accelerazione della transizione sostenibile, attraverso linee di finanziamento a medio-lungo termine che prevedono un innovativo meccanismo di premialità sui tassi in base al raggiungimento di determinati obiettivi in ambito ESG; il sostegno lungo tutto il percorso della digitalizzazione, grazie a finanziamenti ad hoc e a una rete di partner specializzati che facilitano l'evoluzione delle relazioni e i processi aziendali; nuove iniziative per favorire l'utilizzo dei fondi del PNRR, tra cui Incent Now - la piattaforma web frutto della collaborazione con Deloitte, che Intesa Sanpaolo mette gratuitamente a disposizione delle aziende per ottenere le informazioni relative alle misure e ai bandi resi pubblici da enti istituzionali nazionali ed europei nell'ambito della pianificazione del PNRR - e un'ampia gamma di soluzioni di finanziamento che integrano le agevolazioni pubbliche.

Particolare attenzione è poi dedicata alle imprese che affrontano il rincaro dei costi delle materie prime e dell'energia e agli investimenti volti a ridurre la dipendenza energetica, con un'offerta dedicata definita anche in coerenza con quanto già previsto dallo Stato tramite le garanzie pubbliche. Altre iniziative distintive riguardano poi il sostegno alla nuova imprenditoria e all'imprenditoria femminile; soluzioni di tutela e protezione da un'ampia gamma di rischi sia di impresa che rivolta alle persone; valorizzazione del capitale umano attraverso formazione e strumenti di welfare aziendale; noleggio di un'ampia possibilità di beni strumentali di Intesa Sanpaolo Rent Foryou, per le aziende che intendono effettuare investimenti senza impegnare capitale, sostenendo esclusivamente il costo del canone. "Questo accordo rientra nel più ampio piano che la Banca dedica allo sviluppo dei territori in cui opera - ha spiegato Andrea Perusin, Direttore Regionale Piemonte Sud e Liguria di Intesa Sanpaolo -. Stiamo sostenendo concretamente l'economia piemontese, accompagnando le imprese nei loro percorsi di crescita e di sviluppo sostenibile. Nell'anno appena concluso in Piemonte abbiamo supportato con quasi 540 milioni di euro gli investimenti finalizzati al raggiungimento di obiettivi ESG e in circular economy, e nelle due Direzioni Regionali del nord ovest, anche grazie alla piattaforma Incent Now, abbiamo accompagnato 350 imprese ad aggiudicarsi i bandi del PNRR". "A Cuneo è attivo il Laboratorio ESG, punto d'incontro fisico e virtuale con cui vogliamo stimolare la consapevolezza delle aziende sulla transizione ambientale, sociale, digitale e di governance. Per le piccole e microimprese abbiamo di recente lanciato Crescibusiness, che prevede un plafond nazionale di 5 miliardi di euro e l'azzeramento delle commissioni sui pagamenti tramite POS in negozio fino a 15 euro. Non ultima, l'attenzione marcata alla tenuta delle filiere, cruciali per preservare la catena del valore e facilitare l'accesso al credito anche delle realtà minori: con il programma Sviluppo Filiere acceleriamo la crescita dei sistemi produttivi locali, solo in Piemonte abbiamo siglato 83 contratti di filiera, che coinvolgono 3.700 fornitori per un giro d'affari di 9,9 miliardi di euro" conclude Perusin. "Grazie a questo protocollo, siglato con un istituto bancario di primo piano con cui si è instaurato un vero clima di collaborazione, Confapi vuol dare un aiuto concreto alle proprie imprese associate che sono la chiave di svolta e un motore di crescita importante, dell'economia del nostro territorio - ha sottolineato Massimo Albertengo, Presidente di Confapi Cuneo - Tra gli obiettivi principali dell'accordo, c'è la spinta agli investimenti sostenibili attraverso linee di finanziamento ad hoc, progetti per favorire l'accesso ai fondi del PNRR e la digitalizzazione dei processi aziendali. Dopo i difficili anni di crisi economica dovuta alla pandemia e alla congiuntura internazionale - ha aggiunto Albertengo - siamo chiamati ad affrontare lo sviluppo economico del Paese fornendo sempre nuovi strumenti a supporto dei nostri associati e questo accordo rientra nell'ampio piano di sviluppo che, insieme all'amico Pier Antonio Invernizzi di Inalpi che mi ha preceduto alla presidenza di Confapi, stiamo portando avanti da alcuni anni per sostenere quel legame indissolubile, tra imprese e territorio, che ha sempre contraddistinto la nostra Provincia".foto: ufficio stampa Intesa Sanpaolo (ITALPRESS). tvi/com 14-Mar-23 10:49 .

di Italpress   

I più recenti

Piemonte, da Regione nuove misure sostegno per le aziende agroalimentari
Piemonte, da Regione nuove misure sostegno per le aziende agroalimentari
Salvini: Il Centrodestra vincera' in Piemonte e non per i problemi del Pd
Salvini: Il Centrodestra vincera' in Piemonte e non per i problemi del Pd
Conte: Con Schlein se lei contro cacicchi e capibastone. Ormai è rottura tra M5s-Dem: divisi anche in Piemonte
Conte: Con Schlein se lei contro cacicchi e capibastone. Ormai è rottura tra M5s-Dem: divisi anche in Piemonte
Regionali, per il Piemonte il M5s sceglie Sarah Disabato
Regionali, per il Piemonte il M5s sceglie Sarah Disabato

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...