Tiscali.it
SEGUICI

Dalla Regione Piemonte 8 milioni per le sale cinematografiche

di Italpress   
Dalla Regione Piemonte 8 milioni per le sale cinematografiche

TORINO (ITALPRESS) - Realizzazione di nuove sale cinematografiche, riattivazione di quelle chiuse o dismesse da almeno 24 mesi per aumentare il numero degli schermi. E poi adeguamento strutturale e tecnologico delle sale cinematografiche; installazione, ristrutturazione, rinnovo di impianti, apparecchiature, arredi e servizi complementari alle sale cinematografiche. Per raggiungere questi obiettivi la Regione Piemonte ha messo in campo 8 milioni di euro con un bando gestito da Finpiemonte (attivo dalle ore 9 del 4 settembre 2023 fino ad esaurimento delle risorse) presentato agli operatori del Settore, dagli assessori alla cultura Vittoria Poggio e alle attività produttive Andrea Tronzano. "Per sostenere la ripresa - ha sottolineato l'assessore alla Cultura, Turismo e Commercio Vittoria Poggio - gli operatori hanno bisogno di ingenti cifre, prima di tutto per l'adeguamento tecnologico e poi per riconvertire le sale che dopo lo tsunami del Covid e il sorpasso del digitale hanno vissuto un periodo di forte crisi, invece potranno diventare poli di aggregazione per attività collaterali.

Abbiamo fatto un vero e proprio investimento con risorse importanti del PR-FESR, ascoltando le richieste degli operatori stessi con i quali abbiamo condiviso ogni passaggio e che oggi vedono una possibilità concreta di rilancio delle loro attività". "La magia del cinema è unica, assistere alla proiezione di un lungometraggio in una sala con le nuove tecniche di ripresa trasmette emozioni che consentono a volte di fare parte attiva di una storia - commenta l'assessore alle Attività Produttive Andrea Tronzano -. Sostenere gli esercenti nella riqualificazione delle sale cinematografiche, oppure attivarne nuove, significa non solo valorizzare il comparto ma anche il lavoro che viene svolto dalle molteplici produzioni, anche piemontesi, che in questi mesi e anni hanno operato sul territorio. L'industria del cinema piemontese è un comparto in crescita e sostenere la filiera anche supportando le sale cinematografiche consentirà un'ulteriore valorizzazione della settima arte, nata in Italia proprio a Torino". In Piemonte ci sono 117 sale cinematografiche e 259 schermi in funzione, che dall'inizio dell'anno hanno attirato 2.629.359 spettatori in un comparto che complessivamente occupa un migliaio di addetti tra esercenti e dipendenti e imprese che gravitano intorno al loro funzionamento (food, trasporti, manutenzioni, imprese pulizia, fornitori arredi e tecnologia, ecc..). Gli interventi finanziati dal Bando devono contribuire ad almeno uno dei seguenti obiettivi specifici: ridurre le marginalità territoriali, migliorare l'accessibilità ai servizi e la qualità urbana; valorizzare il potenziale territoriale. La programmazione 2021/2027 dedica attenzione al tema della sostenibilità ambientale, introducendo vincoli all'ammissibilità dei progetti. Viene introdotto il principio DNSH (non arrecare un danno significativo all'ambiente): in base al quale sarà richiesto il possesso delle certificazioni del sistema di gestione ambientale EMAS, ISO 14001, ISO 14064, OEF da parte dell'impresa richiedente e per le opere edili la verifica di applicabilità del Protocollo ITACA, che valuta il livello di sostenibilità energetica e ambientale degli edifici.- Foto: Ufficio comunicazione assessore Attività Produttive Regione Piemonte - (ITALPRESS). col4/com 27-Lug-23 17:10 .

di Italpress   

I più recenti

Defibrillatori in montagna, finanziamento Regione Piemonte
Defibrillatori in montagna, finanziamento Regione Piemonte
Danni erariali, citati a giudizio 11 ex dirigenti Atc Piemonte
Danni erariali, citati a giudizio 11 ex dirigenti Atc Piemonte
Stellantis, Tronzano Mirafiori ha un gap che va colmato
Stellantis, Tronzano Mirafiori ha un gap che va colmato
Piemonte, 490.000 euro per corsi di guida sicura rivolti ai neopatentati
Piemonte, 490.000 euro per corsi di guida sicura rivolti ai neopatentati

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...