Tiscali.it
SEGUICI

Sma, Bora (Pd): “Screening obbligatorio anche nelle Marche”

di Agenzia DIRE   
Sma, Bora (Pd): “Screening obbligatorio anche nelle Marche”

ANCONA - “Il caso della Puglia è esemplare e può fungere da modello anche per le Marche e per tutta l’Italia”. Lo dice, in una nota, la consigliera regionale Manuela Bora (Pd) che ieri ha visitato il laboratorio di genomica dell’ospedale di Venere di Bari: un importante centro di ricerca, diagnosi e cura da anni impegnato nella lotta alla atrofia muscolare spinale (Sma). La Puglia, ricorda la dem marchigiana, si è dotata, prima Regione in Italia a farlo ad aprile 2021, di un’importante legge regionale che ha introdotto lo screening neonatale obbligatorio.

Grazie al test precoce, da effettuare già nelle prime ore di vita, è possibile attivare per tempo terapie geniche in grado di salvare le vite dei neonati. Un modello che il gruppo regionale del Pd vorrebbe esportare anche nelle Marche tanto da presentare una proposta di legge per introdurre lo screening obbligatorio."IN 5 MESI PROPOSTA NON ANCORA ISTRUITA IN COMMISSIONE"“Purtroppo, dopo più di 5 mesi, la maggioranza non ha ancora istruito la proposta in commissione e nello scorso consiglio regionale, dopo numerose sollecitazioni, l’assessore Saltamartini ha aperto solamente a una eventuale futura sperimentazione limitata all’Area vasta 4 (Fermo ndr)- conclude la nota della consigliera Bora- Misure tardive e insufficienti, se si considera il fatto che ogni ora che passa un nascituro marchigiano rischia di essere affetto da Sma senza la possibilità di aver diagnosticata precocemente la malattia. E’ inaccettabile ed è necessario uniformare e omologare al più presto i protocolli sanitari su tutto il territorio nazionale, inserendo il test per la Sma negli screening neonatali obbligatori”. L’ex assessora Bora ha aderito alla petizione nazionale al Governo ‘Salviamo i bimbi dalla Sma, screening obbligatorio per tutti i neonati come in Puglia’.

di Agenzia DIRE   
I più recenti
Gli ucraini delle Marche scrivono anche al presidente Biden
Gli ucraini delle Marche scrivono anche al presidente Biden
Gdf, nelle Marche individuati oltre 500 lavoratori in nero
Gdf, nelle Marche individuati oltre 500 lavoratori in nero
Migliaia al Marche Pride ad Ancona, 'l'amore senza barriere'
Migliaia al Marche Pride ad Ancona, 'l'amore senza barriere'
1000 km su strade pubbliche per l’auto a guida autonoma del PoliMi
1000 km su strade pubbliche per l’auto a guida autonoma del PoliMi
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...