Nelle Marche stanziati 300mila euro per la pesca a strascico

Nelle Marche stanziati 300mila euro per la pesca a strascico
di Agenzia DIRE

ANCONA - Un robusto sostegno alle imprese della pesca da parte della Giunta regionale delle Marche che, su proposta dell’assessore Andrea Antonini, ha stanziato 300mila euro destinati al sistema della pesca a strascico. “Si tratta di un ulteriore contributo – spiega l’assessore – per supportare un importante comparto dell’economia marchigiana che è  tra i settori più colpiti dalla crisi energetica internazionale. Dopo un intervento di qualche mese fa, abbiamo ora stanziato altre risorse e posso anticipare che stiamo lavorando per incrementarle ancora entro la fine dell’anno attingendo da Fondi Feamp, il Fondo europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca”."SETTORE LEGATO A SEGMENTI IMPORTANTI COME RISTORAZIONE E TURISMO"L’impennata dei prezzi dell’energia determina un incremento anomalo dei costi energetici per le imprese, soprattutto quelle della pesca che, per la loro operatività, necessitano quotidianamente di approvvigionamento energetico fisso connesso al consumo di carburante. I grandi volumi necessari alle imbarcazioni da pesca hanno determinato negli ultimi mesi una lievitazione dei costi di esercizio quasi raddoppiati con conseguente immediato rischio di impossibilità ad operare e successivo mancato rifornimento dei mercati. “Attiviamo tutte le misure necessarie per arginare questa situazione preoccupante – osserva Antonini – e sostenere un settore economico importantissimo per le Marche strettamente legato ad altri segmenti fondamentali quale quello della ristorazione e del turismo”. (L'immagine di copertina è di repertorio)