Lis per lavori Consiglio Marche

Lis per lavori Consiglio Marche
di ANSA

(ANSA) - ANCONA, 29 GEN - Via libera all'unanimità dal Consiglio regionale delle Marche ad una mozione per il pieno inserimento delle persone con problemi uditivi nella vita collettiva con un piano di accessibilità comunicativa, a partire dalle massime istituzioni regionali: prevista in particolare l'attivazione dell'interpretariato del linguaggio italiano dei segni (Lis) durante i lavori dell'Assemblea e in altre iniziative pubbliche di rilievo della Regione. La mozione è stata promossa da Renato Claudio Minardi, Antonio Mastrovincenzo, Francesco Giacinti, Francesco Micucci, Enzo Giancarli (Pd), Boris Rapa (Uniti per le Marche) e Piero Celani (Fi). "Uno strumento - ha detto Minardi - per chiedere, in primo luogo, all'Ufficio di presidenza l'attivazione del servizio Lis per l'Aula". Minardi ha ricordato come nelle Marche siano da rimuovere anche le "barriere sensoriali e comunicative" per assicurare un "pieno diritto di cittadinanza". In Italia ci sono 877 mila persone con disturbi dell'udito e 92mila sordi prelinguali (sordomuti).