Francia, parla l'artista russo che ha diffuso il video di Griveaux

di Ansa

"Benjamin Griveaux era un candidato che aveva basato la propria campagna su enormi bugie, con un'ipocrisia abissale. Conduceva una campagna in cui sfruttava la sua famiglia. Ha usato sua moglie e i suoi figli per proteggere un'immagine pubblica che lo ritraesse come un modello per tutti i mariti e i padri di Parigi". Queste le parole di Pyotr Pavlensky, l'artista russo accusato di aver diffuso il video che ha portato al ritiro di Benjamin Griveaux dalla corsa a sindaco di Parigi. Intervistato nello studio del suo avvocato, Pavlensky ha messo in chiaro: "Ho trovato questa fonte. Non importa se l'ho cercata io o se lei ha cercato me. Non posso dire nulla riguardo alla mia fonte perche' ho la responsabilita' di proteggerla".