VIDEO | Epatite C, Regione Lombardia: “Con i test rapidi pazienti ‘catturati’ con facilità”

VIDEO |  Epatite C, Regione Lombardia: “Con i test rapidi pazienti ‘catturati’ con facilità”
di Agenzia DIRE

https://vimeo.com/480673930COMO - "Il primo contributo del progetto Hand è quello di favorire un network locale tra i centri prescrittori e i Servizi per le dipendenze. Il secondo contributo, invece, è quello di fornire test rapidi salivari che facilitano e rendono più snella l'attività di screening su pazienti che, altrimenti, sarebbero difficili da 'catturare' per il prelievo". Lo ha detto il dottor Marco Riglietta, coordinatore UOC Dipendenze della Regione Lombardia, a margine del corso di formazione ECM sulla gestione dei tossicodipendenti con epatite C, organizzato dal provider Letscom E3 con il contributo non condizionante di AbbVie. Dopo Pozzuoli, Alessandria, Brindisi, Benevento, Siracusa, Roma, Torino, Pesaro e Pavia, la decima tappa è stata quindi a Como, dove si è svolto l'incontro dal titolo 'Buone prassi e networking nella gestione dell'epatite C in soggetti con disturbo da addiction al tempo del Coronavirus'. I corsi di educazione continua in medicina (che saranno in totale 16 su tutto il territorio nazionale) rientrano nell'ambito del progetto 'Hand - Hepatitis in Addiction Network Delivery', il primo progetto pilota di networking a livello nazionale patrocinato da quattro società scientifiche (SIMIT, FeDerSerD, SIPaD e SITD), che coinvolge i Servizi per le Dipendenze e i relativi Centri di cura per l'HCV afferenti a diverse città italiane.