Varese: assessore De Corato, 'misure contro maxi rissa siano da monito'

di Adnkronos

Milano, 31 mar. (Adnkronos) - "Le severe misure inflitte ai 26 ragazzi, in maggior parte minori, che organizzarono e presero parte alla mega rissa a Gallarate sono un segnale importante". Lo afferma l'assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato, in merito ai 'daspo' disposti dal Questore di Varese, Michele Morelli, e alle misure di custodia cautelare emesse dalla Procura per i Minorenni di Milano nei confronti di alcuni giovani tra i 14 e i 18 anni che hanno partecipato ad una maxi-rissa a Gallarate, in provincia di Varese, l'8 gennaio scorso. "La violenza - sottolinea l'assessore - non può essere un valore e questo deve essere chiaro a tutti. Quelli della Questura di Varese e della Procura minorile milanese sono dei messaggi importanti. Purtroppo, le maxi risse sono un fenomeno tristemente diffuso. La classe politica deve porre l'attenzione sui comportamenti di queste generazioni che vedono nella violenza un valore aggiunto. Serve una riflessione che porti, di conseguenza, a delle azioni serie e degne di nota". Per De Corato "le parole con cui la Procura motiva la severità del provvedimento sono emblematiche della gravità dei fatti avvenuti. E dicono che è 'necessario avvio di un percorso di responsabilizzazione, fornendo a questi giovani l'esperienza delle conseguenze della violazione della legge, in una prospettiva, che è quella specifica della giustizia minorile, di rieducazione e di recupero sociale per ciascuno di loro".