Vaccino, la Lega scarica Gallera? “Sue parole non rappresentano la regione Lombardia”

Vaccino, la Lega scarica Gallera? “Sue parole non rappresentano la regione Lombardia”
di Agenzia DIRE

ROMA - "Le dichiarazioni dell'assessore Gallera non sono state condivise e non rappresentano il pensiero del governo della Lombardia. Non possono comunque essere strumentalizzate dal governo Conte per accusare la Lombardia di ritardi nella campagna vaccinale". Lo fanno sapere fonti della Lega.In un'intervista alla Stampa, l'assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera ha detto: "Abbiamo medici e infermieri che hanno 50 giorni di ferie arretrate. Non li faccio rientrare in servizio per un vaccino nei giorni di festa. Ma assicuro tutti che faremo in tempo, nei tempi previsti. La vaccinazione e' una priorita'. E il 17 gennaio iniziamo con i richiami per chi ha avuto una prima somministrazione".FIANO (PD): LEGA DICA CON CHIAREZZA SE SCARICA GALLERA"Non meglio specificate fonti della Lega, scaricano per l'ennesima volta l'assessore alla Sanita' della Lombardia, Giulio Gallera. Lo fanno dopo che lo stesso, investito dalle critiche per il bassissimo livello di vaccinazioni effettuate nei primi giorni della campagna vaccinale, che pone la Lombardia in fondo alla classifica italiana, ha replicato arrampicandosi sui vetri. Sta di fatto che sfiduciare l'assessore che per i lombardi ricopre il ruolo piu' importante in questa fase, per di piu' con una dichiarazione anonima, rende ancora piu' paradossale e confusa la situazione. La Lega sia chiara, stanno scaricando Gallera?". Lo dice il deputato dem Emanuele Fiano, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.