Terrorismo: Campagna, 'Br arrestati non vogliono estradizione? Vigliacchi come allora'

di Adnkronos

Milano, 6 mag.(Adnkronos) - La richiesta da parte degli ex br arrestati, di non essere estradati dalla Francia "è una cosa che ha dell'incredibile" e dimostra "oggi come allora che quelli sono dei vigliacchi". Lo dice all'Adnkronos Maurizio Campagna, fratello di Andrea, il poliziotto ucciso in un agguato il 19 aprile 1979, a Milano. Un omicidio del quale furono ritenuti responsabili tra gli altri, Luigi Bergamin e Cesare Battisti. Campagna spiega: "Accetterei più se ammettessero di essere dei vigliacchi, se dicessero 'siamo dei vigliacchi oggi esattamente come quando abbiamo ucciso le persone alle spalle; siamo dei vigliacchi perché non vogliamo assumerci le nostre responsabilità". E invece "portano avanti la tesi del 'sono vecchio, sono malato'; ma perché Totò Riina non era vecchio quando è stato arrestato? Cosa vuol dire 'mi sono fatto una famiglia'? Invece mio fratello è da 42 anni dentro una bara e anche lui voleva farsi una famiglia". E "mia madre, che è morta nel 2012, per 32 anni non c'era giorno che non lo piangesse. Lei non ha mai girato pagina".