Nasce Milano Hub, il centro di innovazione della Banca d'Italia

Nasce Milano Hub, il centro di innovazione della Banca d'Italia
di Italpress

MILANO (ITALPRESS) - Nasce il nuovo centro di innovazione realizzato dalla Banca d'Italia per sostenere l'evoluzione digitale del mercato finanziario italiano e favorire l'attrazione di talenti e investimenti. La sede scelta dalla Banca per il nuovo centro di innovazione è quella di via Cordusio a Milano, per l'ampia presenza di intermediari, investitori e ricercatori e la sua grande capacità di dialogare con interlocutori europei e internazionali. Il centro costituirà però ben presto un volano di qualità e un traino per le eccellenze nelle diverse aree del Paese. Milano Hub, questo è il nome dell'infrastruttura, si rivolge al mondo dell'iniziativa privata e rappresenta il luogo, fisico e virtuale, nel quale la Banca d'Italia - nel rispetto dei ruoli istituzionali ad essa assegnati - assiste gli operatori, collabora allo sviluppo di progetti e favorisce la verifica della qualità e sicurezza di specifiche innovazioni. L'obiettivo è quello di supportare l'adozione delle tecnologie digitali da parte del mercato finanziario in Italia e di favorirne un utilizzo sicuro per garantire la stabilità finanziaria ed evitare l'adozione di soluzioni azzardate e potenzialmente pericolose. L'Hub mira inoltre a rafforzare la capacità di risposta degli intermediari alle sfide poste dalla digitalizzazione sul piano dei costi e dei servizi resi. I progetti proposti dal settore privato saranno selezionati sulla base di criteri trasparenti e predeterminati e gestiti nel disegno e nello sviluppo, approfondendo il loro potenziale impatto e utilizzo pratico; nel farlo si potrà contare sul contributo di gruppi di esperti indipendenti, sul dialogo con le università e con l'industria finanziaria e non finanziaria. "Milano Hub è un'infrastruttura nella quale esercitare un confronto e un collegamento tra l'industria finanziaria, tecnologica e dell'innovazione, il mondo universitario e la Banca d'Italia, nell'area della stabilità finanziaria e monetaria - ha spiegato il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco -. Il nostro è un Paese che ha problemi di crescita, di lentezza nell'adeguarsi ai cambiamenti e questo crea molti problemi, legati al credito e a comportamenti scorretti, anche alla Banca centrale, con effetti gravi sull'economia reale e la stabilità monetaria. I motivi di questa mancata crescita sono legati a difetti nella formazione del capitale umano, nel settore finanziario e a ritardi nell'innovazione. È possibile però immaginare un rapido cambiamento perché ce ne sono le condizioni e l'obiettivo di questo hub è proprio quello di lavorare insieme per agevolare l'introduzione delle innovazioni". Roberta Cocco, assessore alla Trasformazione Digitale del Comune di Milano ha parlato della nascita dell'Hub come "un momento importante, in quanto dall'inizio del nostro mandato stiamo puntando all'obiettivo della trasformazione digitale della città. Fare sistema è fondamentale, soprattutto in questo momento particolare. È importante lavorare, ognuno con i suoi obiettivi, ma insieme". "Questa iniziativa dimostra l'impegno di Banca d'Italia nel campo dell'innovazione e della conoscenza. L'aver scelto Milano come sede di questo Hub credo che sia stata una scelta importante e tempestiva, non solo perché si tratta della locomotiva del Paese della capitale finanziaria, ma anche perché il Covid ha colpito violentemente il capoluogo lombardo e un'iniziativa come questa può dare un contributo a lasciarci alle spalle l'effetto alone lasciato dal Coronavirus, puntando sulle eccellenze milanesi: talenti, atenei, export, finanza e startup". (ITALPRESS). trl/fsc/red 03-Dic-20 14:44