Milano: Sala, 'con Regione Lombardia più dialogo su mobilità, sanità e casa'

di Adnkronos

Milano, 21 ott. (Adnkronos) - Rafforzare il dialogo fra Comune di Milano e Regione Lombardia su mobilità, sanità e accesso alla casa. E' una delle priorità per il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, che al nuovo Consiglio comunale di Milano ha presentato gli indirizzi del suo secondo mandato. "Occorre un sistema di mobilità integrato, capace in ogni quartiere di rispettare l’ambiente e rispondere alle esigenze di spostamento degli abitanti, grazie al rafforzamento del servizio pubblico e dello sharing", ha spiegato. Il Comune "rafforzerà la mobilità sostenibile interna con l’elettrificazione dei bus entro il 2030, agevolando l’uso dei mezzi pubblici gestiti da Atm, e creando zone a 30 chilometri l'ora". Ma per questo "occorre un dialogo adeguato all’altezza della sfida climatica con Regione Lombardia, al fine di potenziare il trasporto pubblico utilizzato dai pendolari che lavorano a Milano, e disincentivare l’utilizzo delle auto inquinanti, sulla scia di quanto fatto fin qui con Area C e Area B". Inoltre, alla luce degli effetti della crisi sanitaria, "auspichiamo che il dialogo con Regione Lombardia sulla mobilità possa estendersi in primis al tema dei servizi sanitari territoriali e garantiamo la nostra massima collaborazione. Il Comune e i Municipi sono le istituzioni con le maggiori conoscenze del territorio. Le fonti da consultare per individuare sedi e modalità operative per le Case di Comunità", ha continuato. Infine "housing sociale, ristrutturazione e assegnazione degli alloggi popolari sfitti, sostegno all’affitto di lungo termine, incentivi all’efficientamento energetico sono il fulcro di un percorso che, insieme a un piano per la realizzazione di case popolari nei nuovi quartieri come stabilito dal Pgt, garantirà a tutti il diritto all’abitare in quartieri ricchi di socialità, di cultura, di occasioni di scambio e di opportunità professionali così come imprenditoriali". In questo senso, ha concluso Sala, "il dialogo con Regione Lombardia sarà ancora più essenziale sul tema case, al fine di riqualificare le abitazioni di quel 10% della popolazione milanese che vive in immobili di proprietà di Mm o Aler".