Milano: Sala, 'è laboratorio politico, attaccata a sue radici antifasciste'

di Adnkronos

Milano, 21 ott. (Adnkronos) - Milano con le ultime elezioni amministrative "ha confermato il suo ruolo di laboratorio politico del Paese, il luogo dove si sperimentano idee, progetti e si realizzano le azioni che aprono nuovi orizzonti per il futuro dell’Italia e dell’Europa". Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, presentando le linee di indirizzo del suo secondo mandato al nuovo Consiglio comunale. "La nostra città ha scelto di accelerare il percorso di trasformazione verso la sostenibilità ambientale e sociale avviato nello scorso mandato, al fine di incrociare i più significativi trend a livello globale", ha spiegato. "Il 57,73% delle e dei milanesi, la più alta percentuale di voti raggiunta da un candidato sindaco eletto direttamente dai cittadini, ha sostenuto un programma mirato a proiettare la nostra città in una dimensione sempre più contemporanea, generando una ripresa sana, verde e giusta dopo la crisi del Covid", ha continuato Sala. Milano "ha, ancora una volta, confermato il suo attaccamento alle proprie radici democratiche e antifasciste. Sono i valori fondanti della Repubblica, scolpiti nella nostra Costituzione, a cui tutti abbiamo l’onore e il dovere di conformare il nostro agire, nella vita politica e nelle istituzioni", ha aggiunto.