Lombardia: Consiglio Regione approva revisione legge normativa ordinamentale 2020 (2)

di Adnkronos

(Adnkronos) - Viene semplificato il procedimento di rilancio delle autorizzazioni integrate ambientali (Aia) e dell’autorizzazione unica in materia di rifiuti e slitta a giugno del prossimo anno, sempre a causa dell’emergenza Covid, l’adozione della variante del Piano Territoriale di Coordinamento del parco regionale delle Groane. Sul fronte ambientale, da segnalare che per la qualità dell’aria la Giunta regionale individuerà la tipologia dei veicoli esclusi dalla circolazione tenendo conto solo della concentrazione di polveri sottili ma anche di altri tipi di inquinanti come gli ossidi di azoto. In presenza di variante urbanistica, la legge approvata consente la possibilità di correggere errori materiali, rettifiche e interpretazioni autentiche degli atti di PGT (Piani di Governo del Territorio) saltando la procedura ordinaria e sostituendola con una deliberazione motivata del Consiglio comunale. L’aula ha approvato anche alcuni emendamenti. Tra essi (emendamento Roberto Anelli, Lega) la proroga al 31 gennaio del 2021 del termine entro il quale i comuni beneficiari del contribuito del fondo regionale per la ripresa economica destinato agli enti locali sono tenuti ad iniziare i lavori, e una deroga (emendamento Marco Colombo, Lega) all’applicazione del meccanismo di compensazione crediti/debiti destinato a micro imprese e partite iva, soggetti beneficiari degli aiuti regionali stanziati per far fronte agli impatti negativi dovuti alle misure attuate per l’emergenza Covid. L’aula ha anche approvato due ordini del giorno coi quali si chiedono “azioni a favore della viabilità agro-silvo-pastorale di montagna (Simona Pedrazzi, Lega) e “modifiche al regolamento regionale per l’utilizzo di ottiche di puntamento con fattore d’ingrandimento superiore a 12” per una corretta attività venatoria e in particolare per la caccia di selezione (Barbara Mazzali, Fratelli d’Italia).