Lombardia: Consiglio regionale approva riforma sanità

di Adnkronos

Milano, 30 nov. (Adnkronos) - Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato la legge che riforma il sistema sanitario regionale con 48 voti a favore e 26 contrari. “Potenziare il servizio sanitario regionale in particolare per la medicina territoriale, la prevenzione e l’Assistenza Domiciliare Integrata, precisare le competenze dei diversi soggetti interessati (Ats, Asst, assessorato e direzione generale), istituire Distretti, Case di comunità, Ospedali di comunità e Centrali operative territoriali. Consentire nuove assunzioni di personale medico e infermieristico con l’introduzione della nuova figura dell’infermiere di famiglia. Sono questi i principali obiettivi della legge”, ha sottolineato nel suo intervento conclusivo il relatore e presidente della commissione Sanità, Emanuele Monti. “Con l’approvazione di questa legge confermiamo il sacrosanto principio della libera e consapevole scelta dei cittadini nell’accesso alle strutture sanitarie e sociosanitarie", ha sottolineato il presidente del Consiglio regionale, Alessandro Fermi. "Il percorso di diagnosi, cura e presa in carico può avvenire tra soggetti pubblici e privati che operano all’interno del sistema sociosanitario lombardo ed è accessibile a chiunque indipendentemente dalla rispettiva situazione sociale ed economica. Una presa in carico del singolo paziente che, grazie alle declinazioni locali dei nuovi presidi sociosanitari territoriali, potrà avvenire in maniera più efficace ed efficiente”.