Cremona: effettuano acquisti per oltre 40mila euro con carte clonate, due denunciati

di Adnkronos

Milano, 7 ott. (Adnkronos) - Due uomini di 51 e 54 anni, entrambi pregiudicati e residenti nella provincia di Roma, sono stati denunciati con l'accusa di aver effettuato acquisti utilizzando carte di credito di ignari cittadini.

Le indagini, condotte dai carabinieri della stazione di Pizzighettone, nel cremonese, sono scattate alcuni mesi fa dopo che una delle vittime ha presentato una denuncia riferendo di essersi accorta che qualcuno, a sua insaputa, aveva effettuato un pagamento di 800 euro a favore di una società con sede in Basilicata, utilizzando la sua carta Poste Pay. Le prime verifiche, svolte con i carabinieri di altri comandi, hanno consentito di scoprire che la sede operativa della società si trovava in provincia di Salerno. Il titolare, contattato dai militari, ha confermato che nel mese di gennaio due uomini si erano presentati più volte, a distanza di poco tempo, e avevano acquistato numerose biciclette, monopattini e auto elettriche, effettuando tutti i pagamenti mediante carte contactless. Da quel momento la società aveva inoltre ricevuto altre richieste da parte di altri comandi, forze di polizia o avvocati che chiedevano conto di pagamenti effettuati nelle stesse date, non autorizzati dai titolari dei conti che si erano però ritrovati degli ammanchi di denaro. Si è quindi scoperto che i due avevano effettuato acquisti per una somma complessiva di oltre 40mila euro.

I carabinieri della stazione di Pizzighettone hanno quindi denunciato i due uomini per frode informatica in relazione all'operazione da 800 euro, commessa a danno della vittima del posto.