Tiscali.it
SEGUICI

Carcere: garante e avvocati Milano ricordano emergenza suicidi, già 31 nel 2024

di Adnkronos   

Milano, 18 apr. (Adnkronos) - Il Garante comunale dei detenuti Francesco Maisto e gli avvocati della Camera penale di Milano si sono dati appuntamento, sulla scalinata del Palazzo di giustizia, per scandire i nomi delle persone che si sono tolte la vita dietro le sbarre, già 31 dall'inizio dell'anno. Un''iniziativa per ricordare le "troppe vittime", l'ultima poche ore fa nel carcere Bassone di Como, ma anche per ricordare gli agenti della polizia penitenziaria che si sono tolti la vita nell'ultimo anno. Una manifestazione, a un mese dalle parole del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella - "sui suicidi in carcere servono interventi urgenti" - aperta a tutti: associazioni, sindacati, operatori dell'amministrazione penitenziaria, rappresentanti istituzionali e cittadini.

"Non c'è nulla di rituale nella morte di una persona, ancora meno se quella morte è la conseguenza di un gesto volontario. Eppure, nonostante le ripetute denunce sulla tragica situazione delle carceri italiane, la conta dei suicidi è divenuta una sorta di macabra liturgia, un numero che subisce un inarrestabile e tragico aggiornamento, quasi quotidiano. Siamo a 31. Il record, quello di 84 suicidi in un anno, registrato nel 2022, sarà di questo passo abbondantemente superato" le parole del direttivo della Camera penale di Milano.

"Quelle morti non sono un destino ineluttabile, ma rappresentano la conseguenza di un sistema, quello penitenziario e più in generale della giustizia penale, su cui pesano precise scelte politiche" sostengono gli avvocati. Questa manifestazione congiunta, "è centrale per dire, senza esitazioni, che deve immediatamente cessare la situazione di sovraffollamento, attraverso l'adozione di provvedimenti urgenti anche a mezzo di decreto legge o comunque con l’approvazione rapida della proposta di legge in materia di liberazione anticipata speciale, già incardinata alla Camera. Si torni a parlare di amnistia e indulto, provvedimenti sani per l’equilibrio del sistema penale, che mancano congiuntamente dal 1990 e che sono i presupposti per far cessare l'ipertrofia crescente e ingestibile di processi ed esecuzione penale relativa. Si ripensi il senso della pena, si valutino scelte diverse e ragionate. Ma innanzitutto si faccia cessare immediatamente l’illegalità dell’attuale situazione detentiva".

di Adnkronos   
I più recenti
Borsellino: illuminati i palazzi della Regione Lombardia
Borsellino: illuminati i palazzi della Regione Lombardia
Milano, Pilazzo Pirelli illuminato per ricordare strage via D'Amelio
Milano, Pilazzo Pirelli illuminato per ricordare strage via D'Amelio
Ue, Fontana Con Verdi in maggioranza scelte ideologiche e dannose
Ue, Fontana Con Verdi in maggioranza scelte ideologiche e dannose
Lombardia, Salva Milano, Fontana Fare chiarezza per tutelare economia
Lombardia, Salva Milano, Fontana Fare chiarezza per tutelare economia
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...