Liguria, stanziati 7,8 milioni per le categorie più colpite dal Covid

Liguria, stanziati 7,8 milioni per le categorie più colpite dal Covid
di Italpress

GENOVA (ITALPRESS) - La giunta regionale ha stanziato oggi 7,8 milioni di euro a valere sul fondo sociale europeo per attivare tre bandi a sostegno di tre differenti settori e categorie colpite dall'emergenza covid. Sono stati stanziati 2, 8 milioni di euro per l'erogazione di voucher destinati alle scuole paritarie di ogni ordine e grado. Il contributo previsto sarà di 160 euro una tantum pro quota bambino e alunno. "Si tratta di una misura inedita ed eccezionale - spiega l'assessore regionale alla Formazione e Istruzione Ilaria Cavo - così come straordinaria ed emergenziale è la situazione che il sistema delle scuola paritaria, dall'infanzia all'istruzione superiore, si è trovato a fronteggiare". 2,2 mln sono stati stanziati per l'erogazione di bonus per agevolare gli spostamenti su taxi e il servizio noleggio con conducente (ncc) a favore di soggetti fragili residenti in Liguria, ovvero: persone affette da malattie rare, persone con esenzioni per patologie che comportino problemi di deambulazione, donne in gravidanza, persone in possesso di riconoscimento di invalidità civile al 100%. Gli aventi diritto potranno avere un bonus da 250 euro spendibile in un massimo di 30 euro a corsa. Approvato in giunta regionale poi il piano di sostegno da 1,8 milioni per gli addetti alle mense e alle pulizie degli istituti scolastici che si sono trovati in difficoltà a causa della chiusura delle scuole durante l'emergenza covid-19 e a causa della sospensione estiva delle prestazioni di lavoro. Le risorse finanziarie, a valere sul Fondo Sociale Europeo (Fse) 2014-2020, sono così suddivise: 1,6 milioni di euro per l'erogazione dei bonus a sostegno dei redditi dei lavoratori e 200 mila euro per le azioni formative. "La delibera - spiega l' assessore regionale ai Trasporti Gianni Berrino - fa seguito all'accordo sindacale stipulato il 17 luglio scorso tra Regione e le Organizzazioni sindacali (Cgil, Cisl, Uil Liguria) per venire incontro a una categoria di lavoratori ignorati da tutti i decreti governativi e che hanno iniziato per primi a pagare le conseguenze del lockdown". (ITALPRESS). fil/com 05-Ago-20 16:41