Liguria, Sansa contro Toti: “Coronavirus fuori controllo, siamo la regione peggiore”

Liguria, Sansa contro Toti: “Coronavirus fuori controllo, siamo la regione peggiore”
di Agenzia DIRE

ROMA - "Liguria: niente tracciamento, niente Immuni, ma virus fuori controllo". Dopo il post polemico di sabato dal letto della convalescenza, Ferruccio Sansa torna all'attacco sulla gestione della pandemia in Liguria."Lo abbiamo raccontato con esperienze dirette: troppo spesso non si fa tracciamento dei contatti dei contagiati, non si usa Immuni- scrive l'ex candidato giallorosso alla presidenza della Regione Liguria- cosi' si abbandona la gente alla seconda ondata. Non e' polemica: e' un allarme, prima che sia tardi".E per corroborare la sua tesi, il consigliere regionale pubblica una serie di dati analizzati del gruppo Gedi. "Ieri il 23,4 per cento dei liguri testati per la prima volta con tampone e' risultato positivo. Uno su quattro. È la peggior regione d'Italia. La seconda nella terribile classifica ha la meta' dei contagi (Friuli con 12,1%)- scrive Sansa- ma ci sono regioni con un quindicesimo dei contagi della Liguria (1,4%)".Il giornalista aggiunge che "i dati di ieri parlano di 386 positivi su 1.647 primi tamponi. I ricoverati con sintomi ieri erano 238, mentre in Lombardia sono 433 (con una popolazione pero' di quasi 10 milioni di persone contro 1,5 milioni). In terapia intensiva, ci sono 26 persone contro le 48 della Lombardia".E, ancora, "dal 25 settembre all'8 ottobre, i casi di covid in Liguria sono stati 1.603 (1,5 milioni di abitanti), in Emilia-Romagna 1.928 (pero' con 4,4 milioni di abitanti). Di fronte a questi numeri, sfidiamo chiunque a dire che la Liguria sta affrontando bene il covid. E, nonostante questo, tracciamento e Immuni sono spesso fantascienza".Per questo, conclude, "qui non e' questione di fare polemica, ma di curare e salvare persone. Qui e' anche questione di evitare all'economia un altro lockdown che sarebbe fatale".