Vitorchiano, Il Borgo si racconta: i vincitori del progetto virtuoso promosso da Promotuscia con Lazio Innova e parole a KM0

di Adnkronos

(Roma, 2 dicembre 2020) - Roma, 2 dicembre - Si è concluso il 21 novembre il progetto pilota “Il Borgo si racconta” che si è tenuto a Vitorchiano (VT), nella Tuscia. Un mese di viaggi letterari tra passato, presente e futuro, per raccontare e valorizzare alcune delle più grandi bellezze del centro Italia e del Lazio. Il progetto del “Borgo si racconta” ha coinvolto 40 aspiranti scrittori, pronti ad incidere le loro parole sulle strade e le piazze di Vitorchiano. I racconti, sui quali hanno lavorato sotto la guida di Carola Susani da settembre a oggi, sono stati inseriti in 3 diverse categorie vòlte a valorizzare il passato, il presente e il futuro della letteratura e della Tuscia, offrendo una serie di riflessioni inedite sul territorio. I vincitori della prima edizione di “Il Borgo si Racconta” sono stati: Per la Categoria Passato: I° classificata: Elena Cioce con il racconto "Promesse"II° classificata: Chiara Anselmi con il racconto "L'alfabeto di Antonia"Menzione speciale: Rosa Manganello con il racconto "Committenza a Vitorchiano" Per la Categoria Presente: I° classificata: Luisa Badolato con il racconto "I miei buoni motivi"II° classificata: Milvia Vincenzini con il racconto “La rupe" Menzione speciale: Cristina Pontisso con il racconto "Fino all'essere" Per la Categoria Futuro: I° classificato: Paolo Ceccarini con il racconto “Museo di coppia” II° classificato: Marco Papacchini con il racconto “Vitorchiano un'isola del Pacifico” Menzione speciale: Giovanna Maria Guastini con il racconto "Vitorchiano, futuro da gioiello" Il comune di Vitorchiano ed il sindaco, Ruggero Grassotti, si dicono soddisfatti della realizzazione di un progetto capace di mettere insieme elementi letterari e giovani menti a disposizione del “Borgo Sospeso”. “Questo progetto corale” ha dichiarato il primo cittadino “è frutto di incontri capaci di moltiplicare l'amore per la letteratura e per il nostro territorio. PromoTuscia e Parole a km 0 hanno fatto fluire su Vitorchiano le energie e la creatività di 40 persone che hanno redatto racconti ispirati al nostro 'Borgo Sospeso'. La particolarità di questa iniziativa sta nell’aver messo insieme persone che amano la scrittura e che ritengono la narrazione letteraria un elemento forte per raccontare un luogo. Il contributo della Regione Lazio tramite Lazio Innova è stato fondamentale. Con loro abbiamo infatti dato vita ad un progetto di innovazione sociale volto a ricercare nuove modalità per comunicare e far vivere la nostra comunità. E poi abbiamo unito la nostra volontà, perché anche il ruolo di noi amministratori locali è stato importante, con una costante ricerca di strade per comunicare e far conoscere con forza Vitorchiano al di fuori dei nostri confini. Il successo dell’iniziativa sta anche nella passione con cui tutti si sono impegnati. Un ruolo importante lo hanno svolto Carola Susani, Ivana Pagliara, Raffaella Sarracino, Giulio Curti ma il vero successo è stato lo sforzo corale di tutti… quindi i partecipanti alla scuola di scrittura ma anche le associazioni del territorio, la Pro Loco e il Comitato San Michele – per far si che questa iniziativa lasciasse un segno. Credo di poter affermare che abbiamo realizzato qualcosa di veramente unico, qualcosa di cui andare orgogliosi, qualcosa a cui dare un seguito importante”. La buona riuscita del progetto è confermata anche dalle parole di Gian Paolo Arieti, Assessore alla Cultura e turismo del Comune di Vitorchiano: “il progetto ha proposto una formula innovativa per la promozione turistica di Vitorchiano che utilizza la scrittura per esplorare e raccontare i nostri luoghi, simboli, personaggi, tradizioni, miti e leggende. Un laboratorio di scrittura che ha raggruppato 40 persone che del paese hanno parlato nelle loro brevi storie, utilizzandolo come contesto, come protagonista, come scenario, tirandone fuori quaranta belle storie. Alcuni di questi scrittori sono venuti anche a fare da guide turistiche a Vitorchiano nei weekend dedicati ai Racconti nel Borgo Sospeso, ci hanno portato sui set dei loro racconti, ci hanno parlato delle loro fonti d’ispirazione, hanno presentato le bellezze, le storie e tradizioni di Vitorchiano sotto un’ottica diversa, originale, nuova, raccontando anche aspetti che nessuno prima di loro aveva narrato.” Soddisfatta anche Lazio Innova, per la quale sono intervenuti all’evento conclusivo Giulio Curti Responsabile dello Spazio Attivo di Viterbo e Luigi Campitelli Direttore Spazio Attivo e Open Innovation: “vanno ringraziati tutti i protagonisti che hanno realizzato un progetto che consideriamo un esempio concreto di innovazione sociale nei territori, innovazione per la quale siamo in campo a fianco delle amministrazioni locali che stanno pensando a progettare il proprio futuro, anche in vista del nuovo periodo di programmazione comunitaria dei fondi europei”. Infine sostegno e apprezzamento anche da parte della Regione Lazio con gli interventi di Arcangela Galluzzo dell’Agenzia Regionale del Turismo e di Enrico Panunzi Consigliere regionale che ha sottolineato l’importanza dell’obiettivo di dare continuità al progetto. Ufficio Stampa HF4 http://www.hf4.it