Tiscali.it
SEGUICI

Roma, Il mondo fluttuante Ukiyoe visioni dal Giappone a Palazzo Braschi

di Italpress   
Roma, Il mondo fluttuante Ukiyoe visioni dal Giappone a Palazzo Braschi

ROMA (ITALPRESS) - Apre al pubblico al Museo di Roma a Palazzo Braschi da martedì 20 febbraio a domenica 23 giugno 2024 la grande mostra "Il mondo fluttuante. Ukiyoe. Visioni dal Giappone", promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Cultura, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, coprodotta e organizzata dalla Sovrintendenza Capitolina e da MondoMostre, con il supporto di Zètema Progetto Cultura, curata da Rossella Menegazzo. La mostra, inaugurata oggi dall'assessore alla Cultura di Roma Capitale, Miguel Gotor, dalla direttrice della Direzione Musei Civici della Sovrintendenza Capitolina, Ilaria Miarelli Mariani, dall'amministratore delegato di MondoMostre, Simone Todorow di San Giorgio, e dalla curatrice Rossella Menegazzo - presenta centocinquanta capolavori dell'arte giapponese di epoca Edo, tra il Seicento e l'Ottocento, focalizzandosi su quello che è stato il filone artistico più innovativo del tempo e internazionalmente ancora oggi influente: l'ukiyoe.

Letteralmente traducibile come "immagini del mondo fluttuante", si tratta di un genere pittorico nato in epoca Edo (1603-1868) che include rotoli da appendere e da srotolare tra le mani, ma anche paraventi di grande formato, dipinti a pennello su seta o carta, oltre a stampe realizzate in policromia con matrice in legno su carta. Quello che si ricava dalla mostra è una panoramica dei circa duecentocinquant'anni sotto il governo militare dei Tokugawa, un lungo periodo di pace segnato da grandi cambiamenti sociali, economici ed artistici che si chiuse con la riapertura forzata del Paese agli scambi con le potenze occidentali a partire dalla metà dell'Ottocento e la Restaurazione Meiji che riportò al centro del potere l'Imperatore. Sono rappresentati i più importanti maestri dell'ukiyoe, oltre 30 artisti, a partire dalle prime scuole Seicentesche come la Torii fino ai nomi più noti di Kitagawa Utamaro, Katsushika Hokusai, Toshusai Sharaku, Keisai Eisen e alla grande scuola Utagawa con Toyokuni, Toyoharu, Hiroshige, Kuniyoshi, Kunisada che rappresentò l'apice e forse anche il dissolvimento del genere quando i tempi stavano ormai cambiando.(ITALPRESS).Foto: ufficio stampa Zetema trl/com 19-Feb-24 14:32 .

di Italpress   

I più recenti

Lazio, al via Ti Rispetto contro violenze e discriminazioni
Lazio, al via Ti Rispetto contro violenze e discriminazioni
Agente aggredito durante Lazio-Juve, tifoso arrestato
Agente aggredito durante Lazio-Juve, tifoso arrestato
Roma, presentato il masterplan di sviluppo del Campus Bio Medico
Roma, presentato il masterplan di sviluppo del Campus Bio Medico
Roma, regole certe al Circo Massimo per ospitare grandi eventi
Roma, regole certe al Circo Massimo per ospitare grandi eventi

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...