Rifiuti: Dia, in Lombardia tra business prediletti, si registrano continue violazioni

di Adnkronos

Milano, 22 set. (Adnkronos) - "È ormai un dato di fatto consolidato come la complessa filiera dei rifiuti urbani, dalla raccolta, allo smaltimento e al riciclo, rientri tra i business prediletti dalle organizzazioni mafiose in Lombardia come nel resto del territorio nazionale". Ma nel territorio della regione "si continuano a registrare violazioni nelle fasi del trasporto e dello stoccaggio mediante l’utilizzo di false certificazioni". E' quanto si sottolinea nella relazione semestrale della Dia, la Direzione investigativa antimafia. Nella relazione si spiega che sono "numerose le attività d’indagine che dimostrano come spesso tali traffici vengano gestiti da compagini criminali composte prevalentemente da imprenditori del settore pronti a violare sistematicamente le norme ambientali". E in molti casi "è emersa l’azione di aziende di settore che dopo avere acquisito 'sottocosto' i rifiuti dalle società di raccolta li smaltiscono senza il preventivo trattamento previsto dalle concessioni spesso in capannoni abbandonati che vengono poi dati alle fiamme".