Pd: Pinotti, 'aiutare donne a emergere, lavoro è lungo'

di Adnkronos

Roma, 25 feb (Adnkronos) - "Faccio gli auguri alla squadra di governo che è stata completata e di cui da oggi fanno parte anche altre cinque donne democratiche. Il Pd è un partito della sinistra europea che ha nel Dna l'essere un partito di donne e uomini, ma che oggi ha una rappresentanza prioritariamente maschile". Lo ha detto la senatrice del Pd Roberta Pinotti, presidente della Commissione Difesa, ai microfoni di Radio Immagina, la web radio del Pd. "La vicenda è scoppiata con la nomina dei ministri, ma il problema non nasce oggi. Anche i capigruppo e i vice sono uomini, il segretario e il vicesegretario, quasi tutti i sindaci delle grandi città , la stragrande maggioranza dei segretari regionali. Questa situazione si risolve con un lavoro di lunga lena, si deve dare occasione alle donne di avere responsabilità", ha spiegato. "Per diventare leader bisogna maturare esperienze. Anche per ricoprire cariche di alta responsabilità. Io ho cominciato dal consiglio municipale, sono stata assessore, segretario locale: senza quella storia e quelle esperienze avrei avuto difficoltà a gestire l’onore e l’onere di essere il primo ministro donna della Difesa. Il potere non è ambire a un posto ma avere la possibilità di trasformare al meglio la realtà, ma per gestirlo bisogna prepararsi. Bisogna aiutare le donne a fare esperienze e a emergere: penso che questa -ha concluso Pinotti- sia una questione che debba riguardare tutto il Pd, non solo le donne, perché da qui passa la credibilità complessiva del partito".