Tiscali.it
SEGUICI

Pannelli fotovoltaici a casa: le indicazioni degli esperti di Matyco prima dell’installazione

di Adnkronos   

(Adnkronos) - Roma, 26/05/2023 - L’installazione di un impianto fotovoltaico nella propria abitazione non è una procedura da prendere sottogamba. Ci sono dei precisi accorgimenti da seguire, così come delle componenti di cui conoscere il funzionamento. Gli esperti di www.matyco.com hanno messo a punto delle indicazioni proprio per chi, consapevole della convenienza e degli effetti positivi del fotovoltaico, sta muovendosi verso l’installazione di un impianto.Installare un impianto a celle fotovoltaiche richiede una forte consapevolezza delle proprie abitudini e dei propri consumi. Per questa ragione, ci sono delle domande che il consumatore deve porsi al momento dell’acquisto, così da capire se è necessario investire anche in eventuali optional.La prima domanda si lega direttamente alle proprie abitudini di consumo. Se il consumatore impiega gran parte dell’energia elettrica nelle ore diurne, quando cioè i pannelli ricevono la luce solare e sono in piena carica, si può procedere all’acquisto di un impianto standard. Al contrario, se si sta molto tempo fuori casa e si ritorna soltanto la sera, quando la luce viene meno, si può pensare a un sistema di accumulo con batterie: è l’ideale per immagazzinare energia da usare nelle ore serali o notturne, o nei giorni meno luminosi per via del maltempo.

Esistono almeno tre tipi di pannelli fotovoltaici tra cui scegliere. Nel primo caso, i pannelli fotovoltaici in silicio amorfo si distinguono per la loro flessibilità, capace di garantire risultati anche in caso di esposizione non ottimale, ma con una resa inferiore. Proseguendo, i pannelli fotovoltaici policristallini sono un valido compromesso tra la prima soluzione e i pannelli monocristallini, che rappresentano la scelta migliore in assoluto, al momento attuale. La differenza sta tutta nel numero di cristalli di silicio impiegati: numerosi nei pannelli policristallini, e uno solo in quelli monocristallini.L’applicazione dei pannelli su superfici inclinate o su un tetto piano deve tenere sempre conto della presenza di eventuali ombreggiamenti fissi. Questi possono essere causati da antenne, alberi o altri edifici più alti presenti nelle vicinanze. Nel caso di ombreggiamenti, è possibile puntare su pannelli dotati di sistemi di ottimizzazione: lo scopo di questi sistemi è di disattivare automaticamente i moduli in ombra, così da mantenere operativi e in piena efficienza solo quelli concretamente illuminati dal sole.Un impianto fotovoltaico non è composto dalle sole celle di silicio impiantate sul tetto, a terra o sulla facciata di un edificio. Di certo, i pannelli sono l’elemento più visibile, ma questo può essere integrato dagli ottimizzatori in caso di presenza di ombre e dalle batterie per accumulare energia, per le ore notturne o di maltempo. Oltre a questi elementi, già segnalati, un impianto fotovoltaico è dotato anche di una struttura capace di reggere i pannelli e mantenerli in posizione inclinata, così che possano essere meglio esposti ai raggi solari e migliorare dunque la propria efficienza. Proseguendo, parte integrante dell’impianto è un sezionatore fotovoltaico capace di mettere il campo in stand-by in casi specifici, come interventi di rete o picchi di tensione. Non da meno, l’inverter è centrale per la conversione della corrente continua in corrente alternata, utilizzabile in ambito domestico per il funzionamento delle apparecchiature elettriche. Infine, si segnala la presenza necessaria di 2 contatori: il primo segnala tutta l’energia prodotta dall’impianto, mentre il contatore bidirezionale distingue l’energia immessa e quella prelevata. Questi due contatori devono essere facilmente accessibili e monitorabili tramite WiFi. Per altre informazioni: tel: +39 06 3397 6531 e-mail:info@matyco.com.

di Adnkronos   
I più recenti
Tivoli, arrestato 66enne per tentato omicidio nei confronti di una donna
Tivoli, arrestato 66enne per tentato omicidio nei confronti di una donna
Lazio, Rocca inaugura reparto sub-intensiva al Grassi di Ostia
Lazio, Rocca inaugura reparto sub-intensiva al Grassi di Ostia
Rocca, Lazio lavora a sintesi su dl liste d'attesa
Rocca, Lazio lavora a sintesi su dl liste d'attesa
Bufala social, giornalista romano scambiato per attentatore Trump
Bufala social, giornalista romano scambiato per attentatore Trump
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...