Accordo Lazio-Bei, 500 mln per Pmi e Midcap, infrastrutture e ambiente

Accordo Lazio-Bei, 500 mln per Pmi e Midcap, infrastrutture e ambiente
di Italpress

ROMA (ITALPRESS) - Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e il vicepresidente della Banca Europea per gli Investimenti, Dario Scannapieco, hanno sottoscritto questa mattina, nella sede della Regione Lazio a Roma, un accordo quadro multisettoriale per 300 milioni di euro di prestiti per progetti previsti dal Programma pluriennale regionale. Finanziamenti che si aggiungono a quelli che verranno erogati, in partnership con Unicredit, BCC Roma e Banca Popolare di Sondrio per complessivi 200 milioni di euro a circa quattrocento Pmi e Midcap. Dalla BEI, consulenza e assistenza tecnica agli assessorati per l'elaborazione delle opere, in particolare nei campi dell'efficientamento energetico di edifici pubblici e mobilità sostenibile. È quindi una collaborazione ad ampio raggio quella tra la Banca dell'Unione Europea e la Regione Lazio, che porterà complessivamente a finanziamenti per 500 milioni in tutti i settori produttivi nei prossimi anni. E' questa la finalità degli accordi già firmati o in corso di perfezionamento tra la Banca europea per gli investimenti (BEI) e la Regione Lazio. "Grazie alla collaborazione con la Regione, nel Lazio la banca dell'Unione europea potrà essere realmente a fianco di cittadini e imprese in questo difficile momento, in modo da mitigare gli effetti della pandemia e sostenere la ripresa - ha detto Scannapieco -. Saranno finanziati progetti regionali per le infrastrutture pubbliche urbane e regionali, la protezione dai danni dal dissesto idrogeologico e nel campo ambientale, confermando il ruolo della BEI di banca del Clima. Grazie alla partnership con le banche attive sul territorio saranno anche sostenute centinaia di Pmi e Midcap". "La ripresa post Covid-19 che stiamo immaginando insieme al mondo produttivo della nostra Regione passa attraverso accordi importanti come questo con la Banca europea per gli investimenti", ha sottolineato Zingaretti. "La concessione di prestiti, a condizioni finanziarie estremamente vantaggiose ci consente infatti di immettere liquidità e quindi fiducia e speranza nei settori strategici della nostra economia regionale, la tutela dell'ambiente, il miglioramento delle modalità di erogazione dei servizi pubblici e il potenziamento delle infrastrutture, e inoltre investimenti specifici in sanità e protezione civile. Il Lazio della fase 3 è quello che riparte e ricomincia a investire", ha aggiunto. (ITALPRESS). fsc/com 11-Set-20 15:16