Intesa Sp: iniziative a favore sviluppo territorio montano del Fvg (2)

di Adnkronos

(AdnKronos) - Un’importante risorsa dell’economia montana è rappresentata dalla filiera del legno in tutte le sue fasi, dalla foresta alla lavorazione del legno per l’arredo e l’edilizia, al riutilizzo e la rimessa in circolo del materiale recuperato. Nel Friuli-Venezia Giulia operano circa 3 mila imprese e 18 mila addetti nella filiera legno e arredo: spiccano la specializzazione dell’arredo (circa 2.000 imprese e 13 mila addetti) e la diffusione di segherie (274 imprese con un peso del 8,7% sul totale filiera) che è superiore a quella del Trentino-Alto Adige. La filiera del legno offre importanti possibilità di sviluppo ai territori di montagna. Questo è particolarmente vero per il Friuli ricco di superficie boschive (357mila ettari, pari a 41% di tutta la superfice della regione), che esporta legno grezzo verso le segherie austriache per poi reimportarlo per i distretti del legno e arredo (Pordenone e Manzano). Intesa Sanpaolo mette a disposizione degli operatori delle linee di credito dedicate che tengono conto delle esigenze del settore turistico-alberghiero. Inoltre lo scorso dicembre la Banca ha stanziato un plafond di 100 milioni di euro a supporto della filiera triveneta del legno colpita dal maltempo, ai fini del rimboschimento, di attività rigenerativa dell’ecosistema e di prelievo del legname, per evitarne il degrado. L’obiettivo è affiancare le imprese della filiera sia nella gestione del materiale da raccogliere sia nella successiva opera di rimboschimento.