Disservizi nel trasporto scolastico in Fvg, Comuni risarciti

Disservizi nel trasporto scolastico in Fvg, Comuni risarciti
di Italpress

TRIESTE (ITALPRESS) - Il prossimo 2 ottobre la Regione incontrera' i nove Comuni che non hanno potuto avviare il servizio di trasporto pubblico scolastico a seguito delle gravi inadempienze contestate alla ditta aggiudicatrice della gara svolta dalla Centrale unica di committenza regionale (Cuc). All'incontro saranno presenti anche i vertici della ditta stessa, la Tundo Vincenzo spa con sede legale a Lecce, per verificare la possibilita' di sanare le carenze che hanno impedito l'avvio regolare del servizio a Pocenia, Latisana, Lignano Sabbiadoro, Muzzana del Turgnano, Cassacco, Tarcento, Treppo Grande, Codroipo e Campoformido. Lo ha riferito l'assessore regionale al Patrimonio, Sebastiano Callari, rispondendo oggi in Aula a due interrogazioni sul tema e assicurando che "la Regione e' vicina ai Comuni in difficolta' ed eventuali danni che questi stanno subendo saranno risarciti dalla stessa ditta attraverso le fideiussioni messe a disposizione in sede di gara, piuttosto rilevanti e rilasciate da un'agenzia assicurativa autorizzata da un Authority europea". Le inadempienze hanno riguardato carenza o assenza della documentazione minima prevista, sostituzione dei mezzi offerti con altri non conformi ne' equivalenti, mancata consegna o consegna parziale dei veicoli previsti e necessari per l'avvio del servizio, oltre alla difficolta' di reperire autisti o di adempiere alle normative anti Covid. Tutti questi aspetti verranno trattati nell'incontro di venerdi' a cui partecipera' l'assessore, il quale ha assicurato che "a norma di legge, se le inadempienze non verranno sanate entro 20 giorni dalla loro notificazione, si potra' procedere a rescindere il contratto. La ditta e' stata diffidata piu' volte; sentiremo se sara' in grado di sanare il disservizio, altrimenti sara' chiamata a risarcire tutti gli eventuali danni, compresi i maggiori costi che i Comuni stanno sostenendo per garantire il servizio ricorrendo nell'emergenza a ditte del territorio". (ITALPRESS). fil/com 30-Set-20 20:03