La rivoluzione della generazione 'D': la storia di Imelde Corelli

Tiscali

Bologna 10.11.2015 (CN) - Veniva da un modo accademico e voleva fare l’artigiana. A 12 anni Imelde aveva già deciso di fare questo lavoro. All'esame di maturità porta una tesi in oreficeria minoica, passa le estati a studiare le oreficerie antiche, impara l’arte in bottega, si laurea in storia antica e a 25 anni apre il suo primo laboratorio.

Oggi orafa, scultrice, storica d’arte antica, imprenditrice e artigiana sotto le Due Torri, Imelde Corelli dedica la sua arte all'universo femminile. Così crea gioielli seguendo la tecnica degli antichi e le sue statue equestri, dedicate alla mecenate Ginevra Sforza Bentivoglio, vengono esposte in tutto il mondo.

Imelde Corelli racconta la sua storia al Made In Bo (iniziativa dei Giovani Imprenditori della CNA di Bologna) alla giornata dedicata a Generazione "D": idee vincenti di donne imprenditrici artigiane.

Sono oltre 1,3 milioni in Italia le imprese create dalla generazione "D", ovvero da donne artigiane e imprenditrici: il 21,6% del totale di quelle iscritte nel registro delle Camere di Commercio, con un +0,45% nel primo semestre del 2015 rispetto a quello del 2014.

Alla Cineteca di Bologna raccontate sette storie di successo, tra cui quella di Imelde che parla nel dettaglio delle sua passione, seguendo le sue emozioni, utilizzando la scienza delle soluzioni immaginarie. Un lavoro che diventa un racconto.

Abbiamo parlato di:

Imelde Corelli Facebook

Bologna Website