Strage Bologna: Intergruppo 2 agosto, 'governo chiarisca su passaporto cileno'

di Adnkronos

Roma, 10 ott. (AdnKronos) - “Chiediamo al governo immediata chiarezza sulla vicenda svelata da Adnkronos relativa a un passaporto cileno appartenuto ad una donna sconosciuta, poi risultato falso, pratica spesso utilizzata dal gruppo di Carlos 'lo sciacallo' e dal terrorismo palestinese. Lo stesso Carlos per muoversi usava un passaporto cileno falso". Lo chiedono i parlamentari componenti dell’Intergruppo “2 agosto. La verità oltre il segreto sulla strage di Bologna” Federico Mollicone, Paola Frassinetti, Isabella Rauti, Galeazzo Bignami. "Il premier Giuseppe Conte, che ha tenuto a sé la delega sui Servizi segreti, chiarisca -aggiungono- se i nostri apparati di sicurezza avessero contezza di queste evidenze, che cambiano totalmente la narrazione dominante. Il ministro Bonafede prenda quindi atto delle nuove evidenze e palesi le eventuali storture del processo e dell’inchiesta. Presenteremo un’interrogazione in tal senso, al fine di raggiungere, finalmente, la verità giudiziaria e storica sulla strage di Bologna. Lo dobbiamo alle vittime e ai loro familiari". "E' necessario, quindi, inserire presto in calendario d’Aula la nostra proposta di legge bipartisan per la costituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sulle connessioni del terrorismo interno e internazionale con la strage di Bologna del 2 agosto 1980, la cui attività sarebbe ora d’importanza cruciale".