Strage di Bologna, Cavallini in aula

Strage di Bologna, Cavallini in aula
di ANSA

(ANSA) - BOLOGNA, 30 GEN - Gilberto Cavallini, ex terrorista dei Nar, è arrivato nell'aula della Corte di assise di Bologna dove oggi potrà rispondere, da imputato, alle domande che gli porranno le parti sul suo coinvolgimento nella strage del 2 agosto 1980. In regime di semilibertà a Terni, Cavallini è entrato senza incrociare giornalisti e fotografi all'ingresso del tribunale e ha preso posto di fianco ai suoi difensori, gli avvocati Gabriele Bordoni e Alessandro Pellegrini. Barba brizzolata e occhiali, maglione beige su camicia scura, l'imputato, 66 anni, ha chiesto di poter usare un computer mentre depongono, prima di lui, altri testimoni. I giudici hanno dato l'ok. È la prima volta dall'inizio del processo a suo carico che Cavallini è in aula, accusato di concorso in una strage di quasi 39 anni fa in cui morirono 85 persone e 200 rimasero ferite alla stazione di Bologna. La sua audizione è prevista in tarda mattinata.