Tiscali.it
SEGUICI

Rinnovato l'accordo Barilla-produttori su "Grano duro di alta qualità"

di Italpress   
Rinnovato l'accordo Barilla-produttori su 'Grano duro di alta qualità'

BOLOGNA (ITALPRESS) - Si rinnova l'accordo "Grano duro alta qualità", una filiera tutta emiliano-romagnola per la pasta Barilla. Più qualità, attenzione all'ambiente e redditività per le imprese sono i punti chiave dell'accordo triennale di filiera per il grano duro tra il Gruppo Barilla e la Società produttori sementi e le principali organizzazioni di produttori cerealicoli della regione: Op Grandi colture italiane, Op Cereali, Consorzio agrario Terrepadane, Consorzi Agrari d'Italia e Consorzio agrario di Parma. Firmato oggi a Bologna nella sede della Regione - presenti l'assessore regionale all'Agricoltura e Agroalimentare Alessio Mammi, Luigi Ganazzoli, responsabile acquisti del Gruppo Barilla e i rappresentanti delle Organizzazioni dei produttori e Consorzi agrari regionali e dell'industria sementiera - il rinnovo dell'intesa vale a partire dalla campagna di produzione cerealicola 2023 e riguarda la fornitura di grano duro di alta qualità dell'Emilia-Romagna alla Barilla per oltre 120 mila tonnellate all'anno, che saranno prodotte in una superficie agricola di oltre 20 mila ettari, pari a circa un terzo della produzione regionale.

Grazie agli investimenti sulle filiere come questo Barilla è oggi in grado di offrire in Italia una pasta prodotta con grano 100% italiano. "Un accordo di estrema attualità- ha detto l'assessore regionale all'Agricoltura Alessio Mammi oggi nel corso della presentazione alla stampa- in un momento caratterizzato da difficili congiunture: le tensioni sui mercati dei cereali aggravate dal conflitto russo-ucraino e gli aumenti dei prezzi delle materie prime energetiche, oltre che dei fertilizzanti, che hanno fatto salire le quotazioni come non si vedeva dalla precedente crisi dei prezzi del 2007-2008". "In questi sedici anni- ha proseguito l'assessore- il progetto oltre a raggiungere gli obiettivi ha portato al miglioramento organizzativo e alla realizzazione di una filiera integrata che produce un grano di elevata qualità. L'intesa si è quindi rivelata strumento fondamentale per migliorare la programmazione, garantire stabilità al comparto e concorrere a salvaguardare la redditività degli agricoltori. Significativo anche il contributo di innovazione tecnica e di professionalità che caratterizzano oggi la filiera del grano duro". Promossa dall'assessorato regionale all'Agricoltura, l'intesa è giunta al sedicesimo anno di applicazione e coinvolge, oltre al Gruppo Barilla, la Società Produttori Sementi, le Organizzazioni di produttori e diversi Consorzi agrari. Molteplici i vantaggi per i soggetti coinvolti: Barilla potrà contare su una varietà di grano appositamente selezionata e su un bacino produttivo vicino agli stabilimenti emiliano-romagnoli. Ai consumatori verrà garantito un prodotto finale di elevata qualità e coltivato con tecniche rispettose dell'ambiente. Gli agricoltori, infine, hanno la conferma di uno sbocco di mercato sicuro, con un prezzo di vendita concordato e premi per la qualità del prodotto fornito. Il progetto, che ha fatto da apripista a livello nazionale, rappresenta un modello di organizzazione della filiera, dalla coltivazione alla trasformazione in pasta.foto: ufficio stampa Regione Emilia-Romagna (ITALPRESS). tvi/com 25-Gen-23 12:40 .

di Italpress   

I più recenti

Fine vita, anche Vasco Rossi e Ligabue con Cappato: “L’Emilia-Romagna voti la legge”
Fine vita, anche Vasco Rossi e Ligabue con Cappato: “L’Emilia-Romagna voti la legge”
Cubo nero in piazza a Modena ricorda delitto Matteotti: “Curate la democrazia”
Cubo nero in piazza a Modena ricorda delitto Matteotti: “Curate la democrazia”
Trapianti, Donini Grazie a tutti coloro che scelgono di donare
Trapianti, Donini Grazie a tutti coloro che scelgono di donare
Disastro di Suviana, i morti salgono a sei. Si cerca l’ultimo disperso
Disastro di Suviana, i morti salgono a sei. Si cerca l’ultimo disperso

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...