Petrini, cibo buono sia giusto e pulito

Petrini, cibo buono sia giusto e pulito
di ANSA

(ANSA) - FORLIMPOPOLI, 29 OTT - "Il cibo non solo deve essere buono, ma anche giusto e pulito. L'Artusi del XXI secolo lo vedo così". Così il fondatore di Slow Fodd, Carlo Petrini, ricevendo a Forlimpopoli, patria di Pellegrino Artusi, il Premio Artusi 2016, tributato a chi si distingue nel rapporto cibo-uomo. A consegnargli il Premio, l'assessore regionale Emma Petitti, insieme al sindaco di Forlimpopoli Mauro Grandini. "I cuochi - ha esortato Petrini - facciano un'alleanza con il mondo contadino. È fondamentale che mettano il loro prestigio al servizio dell'agricoltura italiana: sull'origine dei prodotti, sul giusto prezzo, sul rispetto del lavoro. Questa è una scelta di campo che la cucina deve fare". "E' un orgoglio per me - ha aggiunto - ricevere questo riconoscimento dalla città che ha dato i natali al padre della cucina italiana. Oggi il cibo deve essere visto in maniera multidisciplinare, non solo come atto di nutrimento ma nella sua valenza sociale, economica, ambientale, antropologica".