Mascherine e percorsi separati, domani a Bologna 9.000 bimbi all'asilo

Mascherine e percorsi separati, domani a Bologna 9.000 bimbi all'asilo
di Italpress

BOLOGNA (ITALPRESS) - Una "anteprima" di quello che gli oltre 9.000 mila bambini iscritti ai nidi e alle scuole di infanzia di Bologna dovranno affrontare a partire da domani per tornare in classe é andata in scena questo pomeriggio al nido Gramsci del quartiere Borgo Panigale-Reno. "Le nostre educatrici non vedono l'ora di poter rivedere tutti i bambini" ha detto la coordinatrice Anna Dimattia. "La preoccupazione dei genitori - ha spiegato ancora - riguarda come gestiremo un caso di semplice raffreddore da un caso di raffreddore che comporta l'isolamento del bambino. Su questo abbiamo risposto che abbiamo bisogno di ulteriori indicazioni dalla Asl di riferimento e per questo aspettiamo un incontro a distanza nei prossimi giorni". Ma tutto il resto é pronto. È stato studiato nei dettagli: in caso di sintomatologia di un bambino o di un genitore l'indicazione é quella di non portarlo al nido. E all'interno la sicurezza sarà massima: i giocattoli saranno sanificati ogni giorno e i libri prima di passare da una sezione all'altra dovranno rimanere una settimana chiusi dentro ad un apposito contenitore. Dopo piú di sei mesi di chiusura i nidi d'infanzia potranno così accogliere nuovamente, nel rispetto delle norme di prevenzione del Covid-19, i bambini. Al nido Gramsci si formeranno quattro classi con complessivamente da 72 bambini e bambine. Da domani mattina i genitori, muniti di mascherina, e scaglionati su fasce orarie potranno accompagnare i figli all'entrata del nido dove li affideranno agli educatori e alle educatrici. Gli ingressi saranno due ed entrambi i percorsi prevedono un passaggio all'esterno dello stabile: varcati i cancelli del giardino i genitori dovranno igienizzarsi le mani e dopo essersi fatti provare la temperatura, cosí come i bambini, seguire le frecce segnaletiche fino alla porta d'entrata. All'interno del nido le sezioni saranno tutte separate. Non si dovranno mischiare. Gli spazi sono stati organizzati e divisi razionalmente mentre quelli in comune, come ad esempio gli spazi gioco, saranno utilizzati a giorni alterni dalle classe e subiranno una sanificazione ogni sera. I bambini della stessa classe mangeranno e dormiranno nel medesimo ambiente con gli educatori e le educatrici che, nei momenti in cui non potranno rispettare il distanziamento, indosseranno mascherine ffp2 e occhiali protettivi. Anche in fase di uscita ci saranno fasce orarie a partire dalle ore 16. Per facilitare l'eventuale tracciamento del virus gli educatori e le educatrici, istruiti sul protocollo da rispettare, terranno un registro nel quale segneranno tutti gli accessi degli accompagnatori che non siano i genitori. In caso di positività di un bambino andrà in isolamento solo la sua classe. (ITALPRESS). dce/fil/red 09-Set-20 18:40