Le ricerche del corpo di Saman Abbas proseguono tra fossi, serre e la porcilaia dismessa

Le ricerche del corpo di Saman Abbas proseguono tra fossi, serre e la porcilaia dismessa
di Agenzia DIRE

REGGIO EMILIA - Nelle campagne di Novellara si allarga ancora l'area delle ricerche del corpo di Saman Abbas. Dopo il boschetto situato a circa un chilometro dall'azienda agricola in cui lavoravano i parenti della giovane pachistana (accusati di averla uccisa per il rifiuto ad un matrimonio combinato), viene ora ispezionata l'area esterna di una porcilaia dismessa che si trova alla stessa distanza del boschetto. A battere la zona sono i Carabinieri della compagnia di Guastalla, quelli Forestali del gruppo di Reggio Emilia e dell'unità cinofila di Bologna. Si stanno inoltre effettuando delle verifiche sui fossi e in alcuni punti in cui l'elettromagnetometro ha rilevato anomalie.Inoltre domani le serre ancora "inesplorate" saranno scoperchiate come già avvenuto per quelle controllate in precedenza. Sempre da domani, grazie alla disponibilità di un'azienda di escavazioni locale, verranno effettuati dei carotaggi più intensivi attraverso strumentazioni specifiche in modo tale da effettuare buchi con maggior diametro in un centinaio di punti mappati come "anomali". Poi potranno entrare in azione i cani molecolari, che saranno così agevolati nel loro lavoro.