Il sindaco di Ferrara sbotta: “Zona gialla o no? I ristoratori aspettano, abbiate rispetto”

Il sindaco di Ferrara sbotta: “Zona gialla o no? I ristoratori aspettano, abbiate rispetto”
di Agenzia DIRE

BOLOGNA - Attacca, sulle incertezze riguardo all'immediato futuro dell'Emilia-Romagna, anche il sindaco di Ferrara Alan Fabbri, esponente della Lega. "Sembra assurdo ma siamo ancora in attesa di conoscere quale sarà il colore della nostra Regione da domenica in poi", scrive Fabbri sui social. "Una totale mancanza di rispetto- sottolinea- nei confronti di tutte le attività di somministrazione di cibi e bevande che non riescono a fare previsioni, ordini e a gestire i turni dei propri dipendenti". CI SI PREPARA AD EVENTUALI ASSEMBRAMENTI PER L'IMMACOLATA Intanto però Ferrara si prepara ad un incremento degli spostamenti, proprio in vista del passaggio in giallo: durante la riunione tecnica convocata oggi dal Prefetto Michele Campanaro in vista del ponte dell'Immacolata, ha disposto un rafforzamento dei servizi di controllo sia sul rispetto delle norme sul distanziamento sociale e sull’impiego dei dispositivi di protezione individuale, sia in funzione antiterrorismo. “Il preannunciato ritorno della provincia di Ferrara tra le aree a basso rischio di contagio non deve assolutamente essere considerato come un allentamento della condizione emergenziale e, quindi, del livello di attenzione", ha osservato Campanaro.In occasione del ponte dell'8 dicembre "nel centro storico della Città di Ferrara, dove si prevede un maggiore afflusso di persone, saranno impiegate complessivamente 33 unità, tra forze dell’ordine, polizia locale ed esercito, per assicurare il rispetto delle misure di contenimento del contagio da Covid-19". A queste, si aggiungeranno due squadre operative di supporto dei Carabinieri per controlli antiterrorismo.