Emilia Romagna, riaperti i centri diurni per anziani e disabili

Emilia Romagna, riaperti i centri diurni per anziani e disabili
di Italpress

BOLOGNA (ITALPRESS) - In Emilia-Romagna sono riaperti per anziani e persone con disabilità i Centri diurni, Centri socio-riabilitativi diurni e i Centri socio occupazionali, con la ripresa delle attività ordinarie di accoglienza, educazione e riabilitazione attive prima della pandemia. La Giunta regionale ha infatti approvato le nuove indicazioni per garantire la completa apertura di questi servizi, dopo lachiusura del 10 marzo 2020 a seguito della prima ondata di Covid-19, e poi parzialmente riattivati a fine maggio dello stesso anno. Si tratta di un provvedimento molto atteso dalle persone più fragili (disabili, anche gravi, e anziani), che possono finalmente riprendere a tempo pieno le attività educative, riabilitative, formative e di socializzazione, interrotte durante il lungo periodo di lockdown da emergenza sanitaria; ma anche dalle loro famiglie, che possono contare nuovamente, per alcune ore del giorno, su un sostegno esterno. "Abbiamo compiuto un altro importante passo per ristabilire questi luoghi indispensabili per la socialità e la vita di relazione delle persone più fragili- dichiarano la vicepresidente Elly Schlein e l'assessore alle Politiche per la salute, Raffaele Donini - Lo abbiamo fatto tenendo in considerazione la situazione epidemiologica attuale in costante miglioramento e il positivo stato di avanzamento della campagna vaccinale, mantenendo però la prudenza e le raccomandazioni al rispetto delle regole di sicurezza". Tra le principali indicazioni da seguire viene riproposta quella di continuare a lavorare per gruppi di persone, garantendo il più possibile la continuità e stabilità degli utenti appartenenti ai singoli gruppi e degli operatori loro dedicati; oltre, naturalmente, l'applicazione puntuale delle norme igienico-sanitario di prevenzione del contagio da Covid. Con l'apertura a tempo pieno, tornano dunque le modalità ordinarie di frequenza in vigore prima della chiusura, nel rispetto della capacità ricettiva formalmente autorizzata ad ogni singola struttura. Per aumentare la capacità di accoglienza del servizio potrà essere programmata l'apertura anche nei fine settimana e nel periodo estivo. (ITALPRESS). fil/com 22-Giu-21 15:26