Boscaioli si diventa: corso per taglialegna nell’Appennino modenese

Boscaioli si diventa: corso per taglialegna nell’Appennino modenese
di Agenzia DIRE

BOLOGNA - Boscaiolo, o meglio taglialegna si diventa. Come? Ad esempio andando dove si insegna il mestiere. Come fa Lapam organizzando lezioni da mercoledì 27 ottobre: un corso di taglio e allestimento del legname per l'iscrizione all'Albo imprese forestali della Regione Emilia-Romagna e che si tiene a Fanano sull'Appennino modenese. Il corso abilitante e di mantenimento "per questa antica e affascinante professione", dice la stessa Lapam in un comunicato, vede la presenza in aula e nel capannone adibito per le prove pratiche di 25 persone, 25 aspiranti boscaioli provenienti da aziende del territorio dell’alto Appennino modenese e reggiano, con anche tre partecipanti che vengono dal territorio della provincia di Ferrara.Il corso prevede 20 ore di teoria che si svolgeranno nei locali del Comune di Fanano e 40 di pratica nei boschi circostanti o, in caso di maltempo, appunto in un capannone. “Come associazione abbiamo intercettato un’esigenza e già lo scorso anno la risposta è stata molto positiva, tanto che abbiamo deciso di estendere questo corso anche a Confartigianato Ferrara- sottolinea Daniele Grotti, segretario Lapam Fanano e Sestola- quella del taglialegna è una figura che si pone a metà strada tra l’artigianato e l’agricoltura e necessita di una formazione professionalmente adeguata e di alto livello. Abbiamo intrapreso già da un qualche anno la costituzione di un gruppo di professionisti del settore, i taglialegna svolgono un servizio imprescindibile per la manutenzione del territorio e vanno tutelati e sostenuti".Quella del taglialegna, continua Grotti, è "una professione importante sia dal punto di vista ambientale che turistico: tenere puliti i boschi permette di gestire il bosco e fa sì che le persone che frequentano l’Appennino trovino un ambiente migliore”.Per partecipare alle attività formative del corso è necessario disporre del green pass e, naturalmente, dei dispositivi di protezione necessari (casco forestale, pantaloni e scarponi antitaglio). È previsto un esame finale a inizio dicembre sempre a Fanano.