A Forlì guasto al congelatore, perse 800 dosi di vaccino anti Covid

A Forlì guasto al congelatore, perse 800 dosi di vaccino anti Covid
di Agenzia DIRE

BOLOGNA - Per un guasto al congelatore dell'ospedale Morgagni di Forlì sono andate perse 800 dosi del vaccino Moderna sulle 1.500 stoccate. E' accaduto nella notte di ieri, 14 gennaio. Tra le prime ipotesi, si pensa a un "errore umano che potrebbe aver impedito la messa in sicurezza immediata delle fiale dopo il verificarsi del guasto al congelatore", spiega l'Ausl della Romagna. Secondo una prima ricostruzione, infatti, "il congelatore, nonostante fosse stato completamente revisionato nei giorni scorsi, assieme al sistema d'allarme, verso le 22.30 si è guastato". L'allarme, spiega ancora l'Ausl, sarebbe "correttamente partito verso la centrale operativa. Ma, per ragioni che sono in fase di accertamento, il segnale non e' stato correttamente rilevato dall'operatore addetto". Il problema è stato così scoperto solo la mattina seguente e subito sono partite "le procedure per utilizzare in sicurezza le dosi vaccinali, entro cioè le 12 nelle quali deve essere utilizzato il siero dopo lo scongelamento". L'Ausl Romagna, "nel rispetto di tutte le procedure operative e di sicurezza previste da Moderna, si e' attivata per una rapida consegna del maggior numero di dosi possibile a tutti i centri di vaccinazione della Romagna e, successivamente, anche al punto di vaccinazione di Bologna". Questa operazione ha consentito di 'salvare' 700 vaccini su 1.500. DONINI: CASO FORLÌ SCONCERTANTE, RESPONSABILI PAGHERANNOUn episodio "sconcertante", in seguito al quale "andranno presi provvedimenti veloci ed appropriati sul piano disciplinare". E' furioso l'assessore alla Sanita' della Regione Emilia-Romagna, Raffaele Donini, per le 800 dosi di vaccino Moderna andate perse a Forli' per un guasto al congelatore dell'ospedale Morgagni."Quanto successo questa notte a Forlì è sconcertante", commenta Donini. "In tutta l'Emilia-Romagna c'e' un lavoro di squadra enorme e l'impegno di tanti, tantissimi, per uno sforzo senza precedenti. Anche in ragione di questo sforzo enorme, che sta consentendo anche in Romagna la vaccinazione di decine di migliaia di persone- continua l'assessore regionale- non possiamo permettere che accadano questi fatti". Di certo, dice chiaro e tondo Donini, l'incidente avra' delle conseguenze: "Attendo una relazione dettagliata da parte della Ausl Romagna. Dopodiche' andranno presi provvedimenti veloci ed appropriati sul piano disciplinare individuando precise responsabilita' per l'accaduto", afferma l'assessore.