"Non molliamo", corteo lavoratori Whirlpool a Napoli

'Non molliamo', corteo lavoratori Whirlpool a Napoli
di Adnkronos

Napoli, 17 ott. (Adnkronos) - Al grido di "Napoli non molla" è partito questa mattina il corteo dei lavoratori Whirlpool di Napoli, organizzato dopo l'annuncio da parte dell'azienda della chiusura dello stabilimento il prossimo 1° novembre. Partito da piazza Municipio il corteo, aperto dallo striscione Rsu Whirlpool Napoli, si è mosso verso piazza del Plebiscito ma con una deviazione a sorpresa: gli operai sono infatti entrati nella Galleria Umberto, urlando cori e slogan tra i tanti turisti e sventolando le bandiere di Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm. Circa 200 i lavoratori presenti al corteo. Anche 'Bella ciao' e l'Inno di Mameli tra i cori scanditi dagli operai. Dopo la sosta nella Galleria Umberto, il corteo ha ripreso la marcia lungo via Toledo e ha attraversato piazza del Plebiscito. I lavoratori dello stabilimento Whirlpool hanno osservato un minuto di silenzio in memoria di Matteo Demenego e Pierluigi Rotta, i due poliziotti uccisi a Trieste. Il minuto di silenzio è stato osservato dai lavoratori al loro arrivo davanti a Palazzo Santa Lucia, sede della Regione Campania, destinazione del corteo. Davanti all'entrata laterale del palazzo un cordone di agenti della Polizia di Stato, ai quali i lavoratori hanno anche rivolto un applauso destinato "a tutti gli appartenenti alle forze dell'ordine". I lavoratori sono ora in presidio e chiedono di incontrare l'assessore alle Attività produttive della Regione Campania, Antonio Marchiello.