Tiscali.it
SEGUICI

Il primo bene confiscato della Città metropolitana di Napoli diventa casa-rifugio per donne vittime di violenza

di Agenzia DIRE   
Il primo bene confiscato della Città metropolitana di Napoli diventa casa-rifugio per donne vittime di violenza

"Sono contentissimo stamani di inaugurare questo bene confiscato, e intitolato alla memoria di Teresa Buonocore. Dedichiamo questo bene a lei. Riapriamo una casa che puzzava di camorra e profumerà di libertà, avremo un centro di accoglienza per donne vittime di violenza, donne che avranno la possibilità di portare con sé anche i figli. Questo è un segnale importantissimo perché è il primo bene confiscato della Città metropolitana di Napoli, della gestione Manfredi, che viene assegnato ad una cooperativa sociale che si occuperà di questo tema. Non dimentichiamo che questo è un Comune sciolto per camorra, quindi è un segnale importantissimo". Così alla Dire il consigliere delegato ai Beni confiscati della Città metropolitana di Napoli, Salvatore Flocco, in occasione dell'inaugurazione della casa intitolata a Teresa Buonocore, che sarà rifugio per le donne vittime di violenza, in un bene confiscato alla criminalità organizzata nel Comune di Melito di Napoli.

https://vimeo.com/886827904?share=copyIl bene è stato assegnato con determina della Città metropolitana di Napoli numero 16 del 2 gennaio 2023 in comodato d'uso a titolo gratuito e per finalità sociali alla cooperativa sociale Casa dei sogni, in associazione temporanea d’impresa con l’aps Nessuno Escluso, la cooperativa sociale Apeiron e l’associazione Comitato civico Camposcino.Il villino sarà un alloggio per donne vittime di violenza e, proprio sulla base della proposta progettuale presentata dalle associazioni, con successiva delibera del 9 ottobre 2023, il sindaco metropolitano di Napoli Gaetano Manfredi ha deciso di intitolarlo a Teresa Buonocore, la donna assassinata il 20 settembre 2010 per aver aveva fatto condannare a 15 anni di reclusione per violenza sessuale il pedofilo che aveva abusato di sua figlia di 8 anni. L’uomo venne poi riconosciuto come mandante dell’omicidio."Abbiamo accelerato molto sull'uso dei beni confiscati - ha evidenziato Manfredi - che erano fermi da un po' di tempo. Questo è il primo che si avvia in maniera concreta su un tema, l'ospitalità delle donne vittime di violenza, che purtroppo, come anche i fatti recenti dimostrano, è una delle grandi emergenze che noi dobbiamo affrontare. Quindi c'è un uso davvero appropriato ed opportuno di un bene che è stato confiscato alla camorra in un territorio difficile". Quello della violenza sulle donne "è un fenomeno - ha aggiunto - che non arretra e, anzi, emerge sempre di più. Tra poco presenteremo anche i dati sulla città di Napoli dove la nostra rete dei centri antiviolenza ha preso in carico oltre 500 donne".https://vimeo.com/886827806?share=copy"I fatti degli ultimi giorni - ha sottolineato la figlia di Teresa Buonocore, Alessandra Cuevas - sono proprio la rappresentazione del fatto che è molto complicato arginare il fenomeno della violenza sulle donne. E un luogo come questo è il luogo ideale da intitolare a mia madre".

di Agenzia DIRE   

I più recenti

Campi Flegrei, a Napoli il punto sul bradisismo con Musumeci
Campi Flegrei, a Napoli il punto sul bradisismo con Musumeci
Corte dei Conti, Nel 2023 in Campania danni erariali per 26 milioni
Corte dei Conti, Nel 2023 in Campania danni erariali per 26 milioni
Tenta la truffa del pacco del falso nipote ma la nonnina lo smaschera: arrestato
Tenta la truffa del pacco del falso nipote ma la nonnina lo smaschera: arrestato
De Luca:ricatto politico Meloni-Fitto a Campania,scandalo vergognoso
De Luca:ricatto politico Meloni-Fitto a Campania,scandalo vergognoso

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...